Utente 377XXX
Sono un ragazzo di 32 anni, non ho mai avuto operazioni o fratture.
Senza aver preso nessuna botta, il 19 marzo (tre settimana fa) mi son visto comparire una palla sotto pelle del braccio, all altezza del bicipite sinistro, tra braccio e costato.
Sono andato dal medico di base che mi ha diagnosticato un lipoma, prescritto Gentalyn crema e brufen per una settimana.
Due giorni dopo mi si e` gonfiato il linfonodo sotto l’ascella del braccio corrispondente, e successivamente mi si e` gonfiato tutto il braccio fino a meta` avanbraccio.
Una settimana dopo torno dal medico, che pero` e` malato, per cui trovo un rimpiazzo (il primo) che mi manda a far un ecografia urgente per sospetta tromboflebite.
Il giorno successivo la faccio con responso: “al terzo medio del braccio sin in corrispondenza dei tessuti molli sottocutanei ed i piani superficiali del muscolo bicipite brachiale si identificano due areole disomogeneamente ipoisoecogene di circa 12x10x27mm e 15x12x12mm, associate a marcata imbimbizione edematosa dei tessuti molli sottocutanei fino ad interessare l’avanbraccio, rilievi riferibili in prima ipotesi ad ematomi in via di organizzazione. Non segni di trombosi venosa.”
Il dottore dell’ecografia mi ha detto che ci sono due chiazze nere, che potevano essere quindi sangue o masse.
Spogliandomi per l’ecografia scopro anche un rush cutaneo, che parte dalla parte interessante e si sviluppa per tutto il corpo, con macchie rosse.
Ecografia alla mano, torno il giorno successivo dal medico di base, e trovo un altro medico (secondo rimpiazzo), che mi dice che sospetta una flebite, anche se all’ecografia non si e` vista, e mi prescrive Flaminase tre volte al giorno e punture di eparina Clexane 6000 una al giorno.
In questi giorni (dopo 4gg di terapia) ho recuperato un po’ la mobilita` del braccio, i punti rossi stanno svanendo ma il gonfiore e la “palla” piu` visibile, non sembrano ridursi. Per cui oggi torno dal medio di base, trovo un altro rimpiazzo (il terzo) che mi dice che probabilmente ho un’infezione e mi prescive un’antibiotico, Augmentin, 3 al gg per una settimana. Le chiedo di fare un doppler e di andare da uno specialista ma mi dice di no e di aspettare.
In pratica sono 3 settimane che il mio braccio non migliora, che ho visto 3 medici di base, un radiologo (e anche il medico del lavoro perche` avevo la visita proprio oggi) e nessuna mi ha detto precisamente cosa ho e come curarmi.
Sono qui a chiedere un consiglio su come comportarmi, per capire cosa ho e come curarmi.
Dal bugiardino l’Augmentin non sembra nemmeno molto indicato per i problemi vascolari, o sbaglio?

Grazie mille a chi avra` la pazienza di leggere questo papiro e rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Sergio Losa
24% attività
0% attualità
8% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
consiglio uno screening ematochimico, una visita specialistica angiologia ed eventuale esame ecocolorDoppler venoso

Sergio Losa
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Quello che chiesi io, putroppo l'attuale sostituto (straniero) del mio medico, dice di aspettare ancora una settimana perche` lei non vuole prescrivere esami, e intanto e` un mese che mi tiro avanti questa cosa..
[#3] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
La situazione si complica, oggi ero dall angiologo che mi ha fatto un doppler.
Ha detto che non sa cosa siano queste masse, due al braccio e una sotto l'ascella, una di queste e` vascolarizzata, ma di certo non non traumi. Mi ha detto di fare un angio RMN, pero` per farla devo aspettare un mese e mezzo! Non so cosa fare! Mi presento al pronto soccorso?