Utente 381XXX
Ho 42 anni, Sono diversi anni che soffro di prostatite dovuta da Clamidia. Ho fatto sempre tamponi uretrali con continui esiti positivi e negativi a seguito di terapie antibiotiche prescritte dal mio urologo.
Mi consigliate altri esami come il PCR? Faccio notare che mia moglie nonostante abbiamo avuto un figlio , è risultata sempre negativa al tampone vaginale. Ultimamente ha fatto anche il PCR con esito negativo. E' mai possibile ?

Il mio urologo non ritine utile che io facci l'ESAME PCR dal momenti che sia la sintomatologia e i precedenti tamponi uretrali (metodo dell'immunofluorescenza diretta )dimostrano che la mia prostatite è causata da Clamidia, pertanto avrei incontrato il batterio sicuramente. Qualora l'esito del PCR risultasse negativo, è possibile che i vari tamponi uretrali siano stati tutti falsi positivi? Pertanto una diagnosi sbagliata? il PCR è più affidabile del tampone uretrale(metodo dell'immunofluorescenza diretta )?

Inoltre a seguito di queste continue terapie antibiotiche a base di levoxacin o aritrocin, bassado e keraflox, ho iniziato da un anno ad avere problemi di tendiniti (tendine di achille). Consultata la mia fisiatra, medico di base e specialista sul tendine di achille mi hanno confermato che esiste una correlazione come effetto collaterale tra l'assunzione di farmaci chinolonici come il levoxiacin e il keraflox e i problemi di tendinite. Basterebbe anche solo un ciclo. Mi confermate?

Dal momento che non posso più prendere tali antibiotico (sicuramente i chinolonici) esistono terapie alternative? L'omeopatia è una strada percorribile?
[#1] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
Gentile utente, come medico funzionale, ritengo che la sua immunità si sia indebolita a causa di questi antibiotici usati.
Questi farmaci bisogna sicuramente assumerlli se c' è l' indicazione ma bisogna ssociarli a farmaci naturalin che ,sia pure non interagendo con i farmaci chimici di cui sicuramente potenziano l'azione, innalzano le difese immuni.
Sua moglie, dal punto di vista immunitario, probabilmente è molto più forte tanmto da resistere all' infezione.
A mio giudizio, deve approcciare la medicinam Funzionale e attraverso le Catene Causali, scoprire la causa dell' infezione che quasi mai risiese là dove è il disturbo.
Spero di essere stata di aiuto.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott.ssa,
La ringrazio per il suo consulto. In che cosa consiste la medicina funzionale attraverso le catene causali?

Ricostruendo il periodo, quando sono comparsi i primi sintomi, posso dire tranquillamente che l'infezione è stata sicuramente trasmessa tramite rapporti sessuali. La mia compagna allora, non l'attuale mia moglie, aveva un calo immunitario pertanto molto probabilmente positiva alla Clamidia.

Quindi come procedere? Unire ad antibiotici tradizionali (non chinolonici in quanto determinano effetti collaterali ai tendini) farmaci omeopatici per proteggere e fortificare le difese immunitarie. Ha dei suggerimenti in merito? Ci sono dei farmaci omeopatici specifici per proteggere il sistema immunitario dalla clamidia ? Va fatta una cura preventiva del sistema immunitario?


Per comprendere come agisce la clamiidia, essendo un batterio intracellulare, mi è stata sempre fatta un analogia con il classico erpes alle labbra che compare nel momento in cui il sistema immunitario è debole. E' corretto?
[#3] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
La Medicina Funzionale si basa:
 sull'osservazione dei fenomeni fisiologici e patologici;
 sullo studio dell'anatomia e della fisiologia, con particolare attenzione ai suoi processi biochimici
 sulla ricerca degli agenti etiologici delle malattie;
 sull'inquadramento del paziente secondo le Catene Causali, schematizzazione delle principali relazioni tra agenti etiologici, Organo Cuore di Catena ed organi o sistemi correlati ad esso.
Quando un organo, o un tessuto, viene primitivamente colpito da un processo patologico, si stabiliscono dei meccanismi di compenso da parte di altri Organi Bersaglio o strutture che si impegnano, per quanto possibile, ad eliminare o a tamponare il carico "tossinico" dell'organo che ha subito per primo il danno e che è da ritenersi l'organo sede e/o responsabile della patologia riferita dal paziente.
Normalmente,nella pratica clinica, i disturbi lamentati dal paziente non sono sempre attribuibili all'organo responsabile
, ma i sintomi ed i segni riferiti dal paziente possono essere legati ad un organo che è solo sede della patologia acuta o cron


CATENA CAUSALE POUT (Prostata - Ovaio - Utero - Testicoli)

In questa Catena al centro troviamo come organo sede e/o responsabile della patologia l’unità funzionale prostata, utero, ovaio e testicoli.
Questo significa che ipotizziamo che tutti i problemi del paziente abbiano origine da una disfunzione morfofunzionale primitiva a questo livello.
Danni o disturbi funzionali a carico di questa unità funzionale possono propagarsi verso l’area ormonale e, viceversa, danni o disturbi a carico dell’asse ormonale possono creare patologia a livello delle suddette strutture.
In medicina funzionale le alterazioni ormonali che vediamo nella clinica sono per lo più secondarie a manifestazioni di patologie primitive di altri organi.
Esempio:
alterazioni insuliniche -› Milza Pancreas
Ipercorticosurrenali smo -› Rene
Alterazioni tiroidee -› Stomaco / Milza Pancreas


NOXAE PATOGENE

o Infettive
o Iatrogene (antimicotici,,spirinolattone,cimetidina,etc)
.(tratto da Omeopiacenza)
Questo non significa che tali farmaci nonm debbano essere assunti se prescritti da personale medico:indebolendo il sistema immune però, devo tenere conto e integrare l’ organismo con qualcosa che, sia pure non interagendo, possa innalzare le difese immuni,.
Questo meridiano è anche connesso con Pancreas, Intestino; Nervo Sciatico,ed altro.
Per cui è anche importante una dieta di gruppo sanguigno.Io affronterei il problema in questa maniera.
Spero di aver soddisfatto i suoi quesiti.
[#4] dopo  
353249

Cancellato nel 2016
E’ molto importante nel mantenimento e nel trattamento dei liquidi corporei. Una delle importanti funzioni dei reni è quella di filtrare le tossine ed eliminarle dall’organismo. Molte malattie, specialmente quelle polmonari, possono essere ricondotte a carenti energia e funzionalità del rene.

Secondo la visione cinese, il sistema del Rene comprende anche le ghiandole surrenali. Queste ghiandole stanno all’apice dei reni come dei cappelli e secernono un’ampia gamma di ormoni essenziali per il sistema immunitario, il vigore sessuale, la fertilità e la regolazione del metabolismo. La distruzione della corteccia surrenale è fatale. Il sistema renale include anche ciò che i Cinesi chiamano i “reni esterni”, i testicoli nell’uomo e le ovaie nella donna. Perciò i reni controllano le funzioni sessuali e riproduttive e sono la primaria fonte di vitalità sessuale, che i Cinesi considerano come indicatore di salute e sistema immunitario forte.

I reni stessi sono responsabili del filtraggio dei metaboliti scartati dal sangue che si muovono verso la vescica per l’espulsione attraverso l’urina. Insieme all’Intestino Crasso, i reni controllano l’equilibrio dei fluidi nel corpo. Inoltre, essi regolano l’equilibrio acido-alcalino del corpo (pH) filtrando in modo selettivo o trattenendo vari minerali.

I reni, specialmente le ghiandole surrenali, sono particolarmente sensibili ai danni provocati da eccessivo stress. I reni controllano la crescita e lo sviluppo delle ossa e nutrono il midollo, che origina globuli bianchi e globuli rossi del corpo. Una scarsa energia nel Rene è spesso causa primaria di anemia e sistema immunitario debole. Dal punto di vista Cinese, spina dorsale e cervello fanno parte del midollo e quindi scarsa memoria, mancanza di lucidità e dolore alla schiena sono segnali d’allarme di scarsa energia e squilibrio del Rene,

La vitalità del Rene si riflette esteriormente sui capelli e la peluria e viene associato all’apertura delle orecchie. Il Tinnito è il segnale della disfunzione del Rene. Il Rene è la sede del coraggio e della volontà e uno squilibrio può sfociare in paura e paranoia.
L' intstino è anche dipendenza del Rene quindi è per questo che consigliavo una dieta secondo Gruppo Sanguigno,eliminazione della motivazione che ha portato il Meridiano ad indebolirsi,etc
Sono terapie che sto presentando in Regione Lombardia
e che possono essere effettuate anche con Pz. lontani, poiché la frequenza di visita viene decisa di volta il volta.
Lei non so neanche dove abiti ma per via mail non posso aiutarla.
Mi dispiace, però sono a disposizione se vuole altre notizie.
Saluti