Utente 562XXX
Buongiorno cari Dottori. Vi chiedo un parere esperto,anche se ovviamente mi rendo conto che ogni situazione necessiterebbe di una visita. Ma almeno vorrei chiarezza e sapere se mi devo preoccupare o meno e in caso come muovermi. Temo di avere una brutta malattia,ora spiego. Allora io sono un ragazzo di 28 anni e faccio palestra(in casa)da 5 anni. Il mio peso corporeo da 60 kg è salito a 80 in questi anni, 80 appunto proprio questo inverno. La mia alimentazione è molto proteica appunto per aumentare e mantenere i muscoli. Negli anni però mangiando abbastanza ho messo su anche una leggera pancetta e maniglie del amore, così verso marzo ho deciso di andare a correre. Ho corso due volte a settimana per 20 minuti spesso solo camminato(perché non ho fiato e non sono abituato). Inoltre per due settimane ho modificato la mia alimentazione diminuendo di poco i carboidrati(alla sera eliminati per due settimane)e il latte solo la mattina anziché tre volte al giorno come facevo prima. Dopo un mese però ho lasciato perdere e il latte l'ho ricominciato anche al pm,tranne la sera e a cena i carboidrati(sempre pochi come sempre). Mi sono accorto però che sono sceso A 78 kg. Ho ricominciato a mangiare come prima quando pesavo 80 eppure dopo una settimana 77 poi 76 ora 75. Non capisco perché ma sto dimagrendo. Non ho più fatto"dieta"se così si poteva chiamare, e non sono più andato a correre. Eppure perdo peso. Esteticamente la pancetta è un Po diminuita sopratutto le maniglie del amore(ma non credo che quel poco che ho perso pesasse 5 kg!)quindi non capisco:cosa ho perso?grasso o muscoli?e sopratutto perché?sto dimagrendo senza motivo e inizio un Po a preoccuparmi. Inoltre io purtroppo ho il vizio del fumo. Circa 20 al giorno,vorrei smettere. Fumo da circa 12 anni. Inoltre da circa 6 mesi ho problemi di stomaco. Ne ho sempre avuti di difficoltà digestive,ma ultimamente appunto basta a volte che mangio poco e mi gonfio subito lo stomaco come se fossi sazio di chissà quanto cibo. E sono costretto a prendere plasil. In poche parole ho paura di avere una brutta malattia, mi viene il dubbio su un tumore vista la perdita di peso e vorrei chiedere:come posso capirlo? Gli esami del sangue di routine sono sufficienti per escludere questo dubbio?grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Assolutamente non pensi al tumore, non ci sono i sintomi e non c'è razionale. Si tratta solo di cattiva digestione che può essere controllata parlandone con il suo medico.

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 562XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dottore La ringrazio per la Sua risposta. Ho timore per il tumore solo per la perdita di peso immotivata. Per quanto riguarda i sintomi sono molto strani e fastidiosi: in poche parole qualsiasi cibo pesante da digerire per tutti a me sta pesantissimo. Inoltre mi resta pesante sullo stomaco qualsiasi cosa anche leggermente pesante. Inoltre,cosa peggiore, mi si gonfia subito lo stomaco come se avessi bevuto due litri di acqua di filata. E non passa cioè non si"svuota"mai. Neanche dopo ore. Così sono costretto appunto a prendere plasil. però mi rendo conto che non è normale. Mi da come l'idea di avere un tappo che ostruisce il buco e se bevo non faccio altro che aumentare il gonfiore riempendo tutto di liquido. Il mio medico mi ha dato da fare appunto esami del sangue e un eco al addome che devo ancora fare. Lei pensa che gli esami del sangue possano essere sufficienti per"tranquillizzarmi"sopratutto in merito alla perdita di peso? Non devo fare una gastroscopia?qualche anno fa una gastroenterologa mi disse che nei giovani non si fa quasi mai perché è un esame invasivo che non mostra nulla nei giovani perché non si ha quasi mai nulla di grave a questa età. Lei cosa ne dice?.grazie
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Alla sua età é davvero improbabile una brutta malattia e nel suo caso non si sono i sintomi. Serve comunque una visita specialista gastroenterologica per risolvere il problema.