Utente 314XXX
Gentili dottori ho una situazione a mio avviso singolare: due anni fa ho eseguito una focalizzazione di un fibroma con metodo sperimentale all 'Umberto primo di Roma. Tecnica Hi fu.
l'intervento fatto con RM e metodo di contrasto ė consistito nel portare ad una temperatura elevata l'interno del fibroma che si ė "bruciato" per il 90%.
Ai successivi controlli tutto bene, d'altro canto i sintomi, consistenti in grosse emorragie, si sono pressochė risolti.
Arrivo al punto: un anno fa mi sono sottoposta ad una isterosalpingografia dove non si ė potuta ottenere nė l'opacizzazione dell'utero nė delle tube poiché tutto il metodo di contrasto finiva in una fistola posizionata all'interno dell'utero che molto probabilmente era riconducibile al fibroma (lo stesso aveva creato una fessura di spurgo all'interno dell'utero).
allo stato attuale volevo sapere sul da farsi poichė ė sopraggiunta anche una forte stipsi: questa fistola potrebbe aver incollato alcuni organi?
Grazie per la risposta
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Più che una fistola si é formata una sacca che accoglie i mezzo di contrasto , ma non comunica con la cavità addominale(fistola) .
Questo per dirle che la sua stipsi non ha nessuna correlazione .
Lei mi ha riferito che dopo l'intervento non ha avuto alcun problema , quindi non è presente neanche una correlazione temporale.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Gent.mo dott.re grazie per la risposta.
Approfitto della gentile disponibilitá per chiederle se questa fistola (così nominata sul reperto di istero) potrebbe andare incontro a cicatrizzazione con aderenze in utero e se con la situazione attuale si può tentare una gravidanza e con quale successo.
Grazie ancora,
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La gravidanza non la prenderei in considerazione in questo momento .
Bisogna valutare bene la consistenza e la tenuta della parete uterina.
È molto difficile valutare la evoluzione di quella che hanno chiamato fistola
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la gentile risposta, cordiali saluti