Utente 342XXX
Buonasera a seguito di una ecografia pelvica fatta perché sono diversi giorni che ho un forte e continuo stimolo alla minzione mi è stato riscontrato un utero ingrossato con misure 10 per 7 e minimo versamento nel douglas. Al momento dell'eco mi era terminato il ciclo da un giorno. L'ecografista mi ha detto di non preoccuparmi ma di prenotare una visita dal ginecologo cosa che ho fatto ed ho un appuntamento fissato per i prossimi giorni . Nella'attesa sono molto preoccupata.. Vorrei sapere da cosa può dipendere questo aumento di volume e soprattuto se ci fossero stati dei fibromi si sarebbero visti dall'ecografia esterna o è necessaria per forza la trans vaginale? Altra domanda l'utero è' sempre stato anteverso dall'eco risulta retroverso come mai ? Nella visita postparto fatta anni or sono risoltava a anteverso... Che è successo? Domani ritirerò le analisi delle urine per vedere se ho qualche infezione delle vie urinarie in quanto lo stimolo alla minzione non è migliorato nonostante l'assunzione del monuril. In questi giorni non so se è per suggestione o altro ma ho un forte dolore alla schiena e ho spesso dolore di pancia accompagnato da diarrea e a volte sento qualche sintomo premestruale anche se sono intorno al periodo dell'ovulazione. Mi scuso per la confusione nell'esposizione e nell'attesa di un vostro consulto saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un utero aumentato di volume non rappresenta segno di patologia, si tratta soltanto di un utero in cui o la componente muscolare o quella fibrosa è maggiore.
L'antiversione o retroversione dell'utero potrebbe dipendere dalla vesciva piena , o dal retto pieno , ma anche in questo caso non si tratta di una situazione PATOLOGICA.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Dottore La ringrazio molto della Sua risposta che mi ha tranquillizzata.
Ultima domanda quindi mi conferma che la presenza di un eventuale fibroma si sarebbe rilevata anche da un' eco esterna?
La ringrazio molto per la Sua disponibilità e Le auguro buon pomeriggio

[#3] dopo  
Utente 342XXX

Buongiorno Dottore torno a disturbarla perché la situazione si è complicata. Ieri vado dal ginecologo e mi trova l'utero di volume normale nessun fibroma ma una ciste a carico dell'ovaio dx di 5 cm. Mi ha consigliato di tornare tra tre mesi per il controllo e di fare i marker tumorali perché potrebbe trattarsi di ciste dermoide. Mi ha detto che spesso tendono però a confondersi con semplici cisti e che possono ritirarsi da sole. Mi domando però come sia possibile che dall'ecografia esterna fatta il 22 giugno l'ovaio dx era nella norma e non c'era traccia di questa cisti? sono tornata nello studio ecografico dove ho fatto l'eco (essendo il dottore / ecografista un mio amico) e lo stesso mi ha detto che non è possibile che una ciste così grande sia potuta sfuggire al controllo di 15 giorni fa. Lui prospetta più che si tratti di una ciste semplice dovuta forse ad un corpo luteo che cmq non era presente al momento dell'eco. Mi ha fatto anche una transvaginale e mi ha detto che a suo dire la ciste non ha carattere dermoide ma potrebbe essere emorragica o endometriosica. Mi ha detto di aspettare l'arrivo del ciclo e poi fare una nuova eco.
Dottore io non ci sto capendo più niente cosa mi devo aspettare? Questa ciste che natura può avere? Tra l'altro questi marker tumorali mi spaventano molto... Il ginecologo, dato che stiamo cercando una gravidanza con mio marito, mi ha anche detto che potrei tranquillamente restare incinta con questa ciste anche se fosse di natura dermoide e poi pensare di toglierla dopo il parto... può essere una cosa possibile? La ringrazio per l'ascolto e in attesa di un suo preziosissimo consulto le auguro buon lavoro

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Come posso esprimere un giudizio senza aver visionato queste ecografie cosi contrastanti nei loro referti finali.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 342XXX

Dottore mi scuso se torno a disturbarla ma avrei molto piacere di avere un suo parere a riguardo. Ho per fortuna ritirato i marker tumorali e gli stessi sono tutti negativi. Ho effettuato un nuovo controllo della ciste dopo il ciclo e la stessa si è ridotta da 5,5 cm a 1,9 cm.. Cosa ne pensa ? La ciste può essere funzionale o c'è' ancora il dubbio che sia una dermoide? Posso scartare anche il discorso di endometriosi visto la riduzione della cisti e il marker ca 125 negativo?
La ringrIo molto e la saluto cordialmente .

[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La cisti dermoide non regredisce , anzi tende ad aumentare di dimensioni, per questo mi sembra poco probabile che si tratti di una diagnosi di questo genere.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente 342XXX

Buongiorno Dottore mi scusi se la disturbo ma torno a parlarle della mia situazione. A seguito di un ulteriore controllo effettuato a fine luglio (prima dell'arrivo del ciclo) la ciste ovarica sembrava ulteriormente diminuita per dimensioni da 1.9 a 1,5. Il medico (ecografista) mi ha quindi assicurato che trattasi di ciste funzionale e ha detto di stare tranquilla. Da un po' di tempo pero ho un dolore alla schiena che va a giorni alterni tra la parte destra e sinistra e in concomitanza bruciore alle ovaie destra e sinistra e a volte senso di peso sull'ovaio destro.... non so che fare non vorrei fissarmi con ulteriori controlli ma ho timore che forse ci sia qualcosa che non va... tanto più che negli ultimi mesi stiamo cercando un secondo bambino che tarda ad arrivare.... cosa mi consiglia di fare ulteriori controlli o cercare in serenità la seconda gravidanza e se tra qualche mese non arriva vedere il da farsi? questi dolori alla schiena possono essere associati alle cisti ovariche o ad una eventuale endometriosi?
La ringrazio del tempo che mi dedica e la saluto cordialmente

[#8] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante un monitoraggio ecografico della ovulazione
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI