vista  
 
Utente 363XXX
Gentile dottore, il mese scorso ho effettuato il passaggio dalla pillola Fedra alla pillola Sibilla, assumendo la nuova pillola Sibilla il primo giorno in cui si è manifestata l'emorragia da sospensione. Ho preso le 21 pillole di Sibilla a partire da quel giorno,in cui si era manifestata l'emorragia, e tre giorni fa ho sospeso(avendo terminato le 21 compresse), oggi 17/08/2015 si è presentata la mestruazione.
Vorrei domandarle se:
- ho agito correttamente nel cambio pillola e se la contraccezione così facendo è stata preservata
- il nuovo blister della pillola Sibilla dovrò prenderlo dopo i 7 giorni di sospensione(quindi l'ottavo giorno)?
- inoltre, la nuova pillola non mi ha dato nessun effetto collaterale se non solo costante tensione al seno, ma oggi che si è presentata l'emorragia da sospensione ho notato che quest'ultima è stata scarsa e di colorito rossastro/marrone(situazione che non mi si è presentata mai con la Fedra, con la quale la mestruazione era subito evidente). E' normale?corro il rischio ora od in futuro che possa non presentarsi la mestruazione in vista del flusso ridotto?
- cosa ne pensa di questa nuova pillola?

Spero tanto possa chiarire i miei dubbi, ringraziandola anticipatamente le porgo i miei saluti.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
il comportamento è stato corretto , quindi dopo i 21 giorni di assunzione deve fare una pausa di 7 giorni , in cui compare il flusso mestruale ed è sicura dal punto di vista contraccettivo, all'ottavo giorno riprenderà il nuovo blister ( il giorno della settimana sarà sempre lo stesso) .
I flussi mestruali con la pillola si riducono di durata e quantità (vantaggio per le donne ) .
La SIBILLA è una pillola abbastanza equilibrata.
SALUTI