Utente 311XXX
Salve dottori,
poichè da circa 18 mesi io e mia moglie provavamo, senza risultato, a concepire un figlio, vedendo i pessimi risultati ho eseguito uno spermiogramma e analisi ormonali.
Ho eseguito una visita da un amico andrologo che, dopo avermi visitato non ha riscontrato, al tatto, nulla di particolare, nemmeno sospetti varicoceli, solo i testicoli un po' più piccoli della norma.
Ecco di seguito i risultati di spermiogramma e analisi ormonali. Attendo una vostra opinione perché è intenzione mia e di mia moglie recarci presso un centro per la PMA.

SPERMIOGRAMMA
Quantità: 3.10
Aspetto: lattiginoso
Colore: Bianco-grigiastro
Odore: Sui generis
Reazione Ph: 7.8
Dissoluzione coagulo: 30'
Viscosità: normale

Spermatozoi per ml: 2.270.000
Spermatozoi nell'eiaculato: 7.030.000

Motilità
Spermatozoi immobili ma vivi con metodo eosina-negrosina: 66%
(PR) Movimento lineare con progressività rapida e media (tipo a+b): 13,33%
(NP) Movimento non progressivo con motilità sul posto (tipo c): 6,67%
(IM) Immobili (tipo d): 80%
(PR+Np): 20%

Analisi morfologica
Normociti normali: 20%
Normociti anormali: 80% (con difetti testa: 76%; del tratto intermedio: 24%; della coda: 4%; con residui citoplasmatici: 4%)
Leucociti: 70.000
Emazie: Assenti
Cellule spermatogeniche: Rare

Spermiocoltura ricerca ureoplasma: Negativa
Chlamydia: Negativa

ANALISI ORMONALI
FSH: 10.16 (range 2.1 - 18.6)
Testosterone libero: 18.9 (range 5.6 - 40)
Testosterone totale: 3.14 (range 2.7 - 10.30)
Shbg: 17.71 (range 13 - 71)
LH: 5.84 (range 1.0 - 9.5)
FreeT3: 3.54 (range 2.2 - 4.2)
FreeT4: 1.24 (range 0.8 - 1.7)
T.S.H.: 2.80 (range 0.33 - 5.0)
P.S.A.: 0.57 (max 4)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il quadro seminale si conferma fortemente deficitario,come il precedente.I dosaggi ormonali,ancorchè nella norma,non permettono dipartire una terapia di stimolazione,per cui il ricorso alla PMA mi sembra opportuno,preceduto dalla diagnostica genetica (cariotipo) e di genomica molecolare (AZF,CFTR).
Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta dottore, abbiamo già un appuntamento fissato presso un centro PMA per la prossima settimana.
Intanto volevo capire, leggendo lo spermiogramma, se ho ben inteso che sui 2milioni di spermatozoi presenti per /ml solo il 13,33%, ovvero quelli con movimento lineare con progressività rapida e media, sono in teoria in grado di fecondare? Quindi su 2 milioni di miei spermatozoi solo 300 mila circa sono predisposti alla fecondazione, giusto? Un'armata Brancaleone in pratica.
Ultima domanda, le analisi ormonali sono state fatte prima di questo spermiogramma e, nel frattempo, ho assunto integratori a base di zinco, selenio e fieno greco. Visti i dati delle analisi non Le sembra che il testosterone e l'Shbg fossero bassi?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...i valori ormonali sono nella norma.Non é possibile sapere quali spermatozoi saranno in grado di fecondare.Ci aggiorni,se ritiene,dopo l'esito delle indagini genetiche e di genomica molecolare. Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gent.mo dottore,
oggi abbiamo avuto il colloquio col Centro di PMA
Loro hanno detto che propendono per la ICSI, ci hanno dato una serie di esami che dobbiamo fare tra cui quelli da Lei indicati. Io dovrò rifare lo spermiogramma con conta leucociti e antispermatozoi (o una cosa del genere) ed il test di capacitazione, esami che farò presso il Centro.
Sempre presso il Centro avevamo già prenotato l'eco transvaginale per mia moglie che ha fatto oggi. E' stato possibile vedere un solo ovaio (con 3 follicoli) in quanto l'altro non era ben visibile a causa di un mancato svuotamento intestinale.
Ci hanno dato il responso dicendo che dovrà essere rifatta tra un mese. Leggendo il responso ho notato che dimensioni di utero, ovaie ed endometrio sono nella norma. Una cosa solo non mi è chiara. Nel campo "posizione dell'utero" il dottore ha scritto la sigla Mav. Leggendo su internet mi è balzata all'occhio "malformazione artero venosa", ma una nostra amica dice che trattandosi di "posizione" dell'utero è più probabile si tratti della sigla "mediano anti-versoflesso" in quanto, sempre secondo la nostra amica, se si fosse trattato di "malformazione artero-venosa" non sarebbe stata inserita nel campo "posizione" ma nelle "note". E' possibile?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...significa antero-versione uterina.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore, dovrebbe quindi essere nella quasi norma?
Vi farò sapere l'evoluzione del tutto, grazie ancora.
[#7] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore/i,
dopo qualche mese vi posto i risultati di genetica e ormonali che ho eseguito in questi giorni.

- Emogruppo e Fattore RH: A positivo
- RIC. MUTAZ. GENETICA CROM. Y: negativo

- Elettroforesi proteine:
Albumina: 57.7 (range 55.8/66.1)
Alfa 1: 4.6 (range 2.9/4.9)
Alfa 2: 10.9 (range 7.1/11.8)
Beta 1: 7.2 (range 4.7/7.2)
Beta 2: 5.5 (range 3.2/6.5)
Gamma: 14.1 (range 11.1/18.8)
A/G: 1.36 (range 1.10/2.40)

- LH: 9.9 (range 2 / 8)
- FSH: 11.9 (range 2 / 6)
- PROLATTINA: 20.0 (range 3 / 15)
- 17 BETA ESTRADIOLO: 23 (range 10 / 50)
- TESTOSTERONE: 3.1 (range 3 / 10)
- TESTOSTERONE LIBERO: 9.5 (range 7 / 23)

- RIC. MUTAZIONE GENETICA FIB.C:
N.38 mutazioni ricercatesono tutte risultate assenti.
Il polimorfismo 5T-7T è risultato presente il 7T/7T
Dall'analisi condotta sul DNA risulta che il paziente NON è portatore delle mutazioni analizzate e il rischio di essere portatore è ridotto da 1/27 a 1/108

- CARIOTIPO: 46, XY
Cariotipo normale, assenza di ogni apparente aberrazione cromosomica.

La cosa che mi preoccupa è il dato della Prolattina (di 5 punti sopra il massimo) e del LH che un anno fa era 5.84 (range 1.0 - 9.5) e oggi 9.9 (range 2 / 8) e l'FSH che un anno fa era 10.16 (range 2.1 - 18.6) e oggi è 11.9 (range 2 / 6). Il testosterone resta basso.
So che la prolattina alta provoca cali di desiderio ma non ho mai avuto cali di desiderio o problematiche del genere, anzi. Ho erezioni normalissime e anche notturne/mattutine.
L'unico farmaco che assumo è il Lucen (Esomeprazolo) per una leggera gastrite da stress.
Per circa 6 mesi ho assunto fieno greco che mi ha consigliato una mia amica che ha un'erboristeria.
Tornando al mio quadro generale, cosa mi dite?
[#8] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la prolattina un po' fuori del range é legata alla terapia per la gastrite.I valori elevati dell'FSH confermano i danni a carico della spermatogenesi che si evidenziano nello spermiogramma deficitario.Consiglierei di prescindere dal fieno greco e di seguire i consigli di un medico.Cordialità
[#9] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta dottore, quindi per la prolattina posso stare tranquillo?
Come già Le ho detto stiamo seguendo l'iter per la PMA, tra qualche settimana sottoporrò i dati all'andrologo del team che ci segue. Ovviamente stiamo procedendo anche con mia moglie che per il momento non ha problematiche. Volevo chiederle se, secondo lei, visto il quadro attuale, potrebbero somministrarmi ormoni o si passa subito alla ICSI?
[#10] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...un FSH alto,preclude la possibilità di prescrivere le terapie ormonali comuni.Comunque,il ricorso alla PMA non dovrebbeescludere il maschio da un programma terapeutico.Cordialità.
[#11] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Certo, ma terapeutico di che genere?
[#12] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
La prossima settimana mi sottoporrò ad ecodoppler scrotale che mi è stato richiesto dal Centro PMA per valutare dimensioni reali dei testicoli e situazione dei vasi. Ovviamente, essendo ansioso, mi sto "fissando". Devo dire che non ho mai eseguito una eco scrotale e nell'ultima visita dall'andrologo, avvenuta circa 10 mesi fa, lui da esame obiettivo disse che, a parte le dimensioni piccole soprattutto del testicolo sinistro, non evidenziava nient'altro. Eseguo autopalpazione ogni mese e da allora non ho riscontrato nessun "segnale" diverso, però l'ansia la fa da padrona. Detto ciò, una domanda probabilmente stupida, prima dell'eco è consigliabile un periodo di astinenza da rapporti sessuali?
[#13] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non é necessario astenersi,in quanto i testicoli non producono liquido seminale.Cordialità.
[#14] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gent.mo dottore, oggi ho eseguito l'Ecodoppler che ha riscontrato un varicocele. Di seguito il referto.
ESAME ECODOPPLER TESTICOLARE
"Testicoli in sede, con prevalenza volumetrica del destro rispetto al controlaterale (38.7 x 16 mm a dx vs. 33 x 13.3 mm a sin) ed ecostruttura regolare d'ambo i lati. Nella norma le teste degli epididimi. A sinistra si segnala dilatazione del plesso venoso pampiniforme, che all'esame C.D. corrisponde ad un varicocele di grado III-IV (sec. Hirsch). Assenza di varicocele a destra, né idrocele d'ambo i lati. Normale spessore delle borse scrotali."
Ora, alla luce di questo ultimo esame e dei precedenti e considerata la mia età di 40 anni, secondo Lei operare il varicocele può garantire una fecondazione naturale? Ovviamente valuto comunque l'operazione, mi chiedo se serva ai fini dell'esclusione della PMA.
[#15] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...personalmente ritengo che la correzione di un varicocele di III-IV grado asintomatico non porti giovamento al potenziale di fertilità espresso da uno spermiogramma depresso ,qual'é quello da lei trasmessoci nel post.Quindi non le consiglio di operarsi.Cordialità.
[#16] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo dottore, grazie per la risposta, approfitto della Sua disponibilità per farle un'altra domanda.
Mia moglie si sottoporrà anche lei ai prelievi ormonali di rito (TSH, FT3, FT4, Anti-tireoperossidasi, Anti-tireoglobulina) e ai markers (CA125, CA19, CEA).
I prelievi capiterebbero proprio durante il periodo mestruale, è opportuno cambiare data per non rischiare di alterare i risultati o non c'è alcun rischio di alterazione? Grazie
[#17] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...può tranquillamente eseguire il prelievo.Cordialità.
[#18] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gent.mo dottore, Le riporto i riusltati degli esami eseguiti da mia moglie.

- Emogruppo e Fattore RH: "0" positivo
- HbA2: 2.4 (range <3.2%)
- HbF: <0.5 (range <1.5%)
- Elettroforesi delle Emoglobine in tecnica capillare:
Frazioni | %
4.8 HbA1C | -
Other HbA | 1.5
HbA0 | 91.9
HbA2 | 2.4
HbA1C: 4.8% 29 mmol/mol
Commento: nessuno

- T.S.H.: 4.10 (range 0.3/4.0)
- FREE T3: 3.6 (range 2.00/5.00)
- FREE T4: 10.8 (range 7.00/17.0)
- ANTI TG: 15.0 (range 0/100)
- ANTI TPO: 12.0 (range 0/30)

- CEA: 2.3 (range 0/3.0)
- CA 19-9: 21.4 (range 0/30)
- CA 125: 12.0 (range 0/30)

- RIC. MUTAZIONE GENETICA FIB.C:
N.38 mutazioni ricercatesono tutte risultate assenti.
Il polimorfismo 5T-7T è risultato presente il 7T/7T
Dall'analisi condotta sul DNA risulta che il paziente NON è portatore delle mutazioni analizzate e il rischio di essere portatore è ridotto da 1/27 a 1/108

Detto ciò, non capisco a cosa si riferiscano i primi dati (HbA1C, HbA0, ecc...), inoltre vedo che l'unico dato fuori range anche se di poco è il T.S.H. che dovrebbe essere la tiroide. Quel dato potrebbe dare fastidio per una PMA? Per il resto c'è qualche dato da attenzionare?
[#19] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Salve dottore, qualche giorno fa ho avuto un colloquio/consulto con un andrologo del centro di PMA il quale ha letto il carteggio che mi riguarda e mi ha sottoposto a controllo rettale da cui dice di aver individuato una leggera prostatite da curare con Permixon (per 90 giorni) e Tavanic (per 21 giorni). Diciamo che, anche se non ho sintomi procederò con la cura, detto ciò si è soffermato sul dato della prolattina che è a 20.0 (range 3 / 15) rimandandomi ad una visita dall'endocrinologo (ha parlato pure di ipofisi). Gli ho fatto notare che assumo Esomeprazolo per gastrite da stress, quindi ha rivisto i dati dell'ultimo spermiogramma e ha notato che la viscosità era normale, c'ha pensato un po', mi ha chiesto se sono ansioso e ho risposto di sì, però mi ha comunque rimandato dall'endocrinologo. Messa da parte la questione della prostatite (che ci può stare) mi lasciano dei dubbi i "suoi" dubbi sulla prolattina, vabbé. Quello che non ho capito è perché non procedere con la ICSI con i dati attuali?
[#20] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Aggiungo un particolare, che la visita "digitale" non me l'ha fatta il dottore, ma un giovane universitario.