Utente 833XXX
Salve, da diversi anni soffro di reflusso gastrico, con diagnosi da gastroscopia di esofagite di II° grado. Il problema non è tanto il reflusso che riesco a conrollare quasi al 100%(in un anno capita 2-3 volte), ma succede che accuso un dolore sul lato destro prorio sotto le costole almeno 5-6 volte l'anno. Questo dolore comincia dopo che sento un senso di pienezza allo stomaco. Noto difficolta ad eruttare in questi casi. Tutto avviene sempre dopo 1-2 ore dopo i pasti. Il dolore, dapprima lieve, comincia ad aumentare e si trasmette anche alla schiena con dolori che mi impediscono movimenti di rotazione completa e piegamenti del busto. Tutta questa fase dolorosa, si attenua temporaneamente bevendo una tazza di camomilla calda. I dolori si protraggono per 2-3 ore, arrivando ad un picco massimo che mi costringe a distendermi bocconi sul letto. Poi inizia la fase di attenuazione che dura max 30 minuti. Ripeto che questa cosa succede sempre dopo aver mangiato. Ho provato a digiunare per cena e la notte ho dormito tranquillamente. Il giorno seguente accuso in mattinata al risveglio sempre un dolore solo al tatto sempre sotto la costola destra. Può durare a volte un giorno e a volte anche 3-4 giorni.
Ho fatto una cura con Lansoprazolo, ogni tanto lo riprendo per mantenimento. Quando sento un po' di acidità dopo pranzo o cena uso un po' di bicarbonato in acqua. Sono intollerante al pomodoro e cerco di evitare quei cibi e bevande che generano aria. Vi chiedo se forse ci può essere qualcosa di più che l'esofagite e il reflusso? Cosa c'entra il dolore alla schiena? Perchè il dolore aumenta lentamente e se ne va velocemente?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
fermo restando che non è facile esprimersi basandosi solo sulle sue indicazioni e senza una visita diretta, vorrei chiederle se per caso ha eseguito tra gli esami effettuati una ecografia epatica. A volte infatti una calcolosi della colecisti può generare un dolore in ipocondrio dx irradiato al dorso ed alla spalla omolaterale.
In attesa di sue notizie la saluto cordialmente