Utente 394XXX
Buonasera, in merito ad un consulto che ho avuto pochi giorni fa ho alcune domande da porre. http://www.medicitalia.it/consulti/Malattie-infettive/490217/Rischio-mts

Ringraziando il Dottor Caldarola per la sua disponibilità e la sua professionalità, vorrei chiedere delle domande ulteriori:
1) I controlli che ho svolto sono stati dichiarati definitivi, tuttavia vorrei chiedere perchè possono essere dichiarati già definitivi dopo 80 giorni?i (nel caso del secondo rapporto, poichè dal primo sono passati 4 mesi)
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
Lei a quale MST si riferisce?
-per HIV le linee guida dell'ISS affermano chiaramente che un test HIV 1 - 2 di IV generazione combo va considerato DEFINITIVO a 90 gg dal rapporto a rischio!
Lei crede che un test possa positivizzarsi in 10 giorni quando già ad un mese dal rapporto la sua attendibilità è > al 95 %?
-I test per la Lue a 80 giorni, sia la VDRL sia il TPHA devono essere considerati definitivi.
- I test HBV a 60 giorni dal rapporto a rischio possono essere considerati definitivi, sempre che lei non sia vaccinato. Nel qual caso il problema non si pone.
- Il periodo finestra di HCV può, nella pratica corrente, essere quantificato in 60-90 giorni.
-Chlamydia - Mycoplasma - Gonococco e altri agenti che danno segno di sé molto frequentemente, possono essere individuati tramite tampone uretrale 20 gg dopo il rapporto.
Le e' chiara adesso la spiegazione?
Nessuno su questo Sito scrive se non è sicuro di quello che scrive, perché i consulti sono di pubblica fruizione!
Ne deduca che anche il Dott Caldarola non poteva averle dato delle informazioni che fossero castronerie.
La saluto.
[#2] dopo  
394056

dal 2015
La ringrazio.
Ad ogni caso le vorrei porre un'altra domanda per rapporti futuri:
Il rischio di trasmissione è presente con il semplice rapporto non protetto oppure vi deve essere palesemente del sangue?
Cioè un soggetto può infettarsi con un rapporto normale non protetto?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
No, le posso comunicare che il rischio per MST Hiv correlata e non Hiv correlata è il medesimo a prescindere dalla presenza di sangue visibile.
Ovviamente il profilattico protegge dalla maggior parte delle MST e sempre dall'HIV.
Cari saluti
Dr Laino
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
I rapporti sessuali tutti, di qualunque tipo, devono essere protetti dall'inizio alla fine con il profilattico, che deve essere scelto anche in base alla tipologia di rapporto (quelli ultrasottili non sono adatti per i rapporti anali, ad esempio),indossati appena ci sia una piena erezione, nel caso già dai preliminari, in modo corretto, come spiegato bene nel foglio di istruzioni allegato e utilizzati per un solo rapporto.
Ciò indipendente dalla presenza o meno di sangue.
Ben usato il profilattico protegge dalla maggior parte delle MST!
Saluti cordiali,
Caldarola.
[#5] dopo  
394056

dal 2015
Vorrei chiedervi in ultimo:
Perchè un rapporto sessuale non protetto con presenza di mestruazioni è ad altissimo rischio, mentre senza mestruazioni è ad alto rischio?
Qual è la differenza?
Ad ogni caso del sesso orale passivo con sangue appartenente alla vagina della partner passato poi in bocca, ha lo stesso rischio di un rapporto sessuale non protetto con mestruazioni?
Grazie.
[#6] dopo  
394056

dal 2015
http://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/516-rapporti-sessuali-aids-misurare-rischio.html

Seguendo questo articolo, se le regole per il cunnilingus passivo sono uguali a quelle per la fellatio passiva il rischio, con ferite sanguinanti di chi fa la fellatio, dovrebbe essere medio. Quindi si può confermare che comunque ci sia meno rischio di un rapporto sessuale non protetto?
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il rischio per MST di un rapporto sessuale orale è inferiore a quello di un rapporto genitale o anale, ma è tuttavia, sempre presente.

cari saluti
Dr Laino
[#8] dopo  
394056

dal 2015
Grazie dottore,
Quindi mi conferma che il rischio ,anche se fosse presente del sangue durante il sesso orale è comunque inferiore rispetto ad un rapporto genitale o anale?
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La presenza di sangue fa aumentare il rischio per tutti i tipi di rapporti sessuali. Da qui purtoppo non possiamo fare percentuali di singoli episodi specifici.
Saluti
Dr Laino
[#10] dopo  
394056

dal 2015
La ringrazio. Comunque leggendo l'articolo sul rischio che ho allegato questo tipo di rapporto(sesso orale) ha meno rischio di un rapporto genitale non protetto in presenza di mestruazioni.
[#11] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Lei sta parlando con uno medico specialista delle MST: non occorre quindi allegare articoli. Le ribadisco quanto detto, ne faccia ciò che vuole; credo di aver esaurito ampiamente te il quesito.

Cari saluti