Utente 329XXX
Soffro da tempo di una dermatite da contatto, lavoro nel settore dei parrucchieri. Le ho provate tutte: rimedi naturali, antistaminici, guanti , impacchi d'olio di glicerina , il problema è sempre lì fin quando non uso la crema al cortisone , purtroppo so che fa male, ma è l'unica soluzione al problema. Cambio 1 tipo di cortisone al mese, perché dopo il primo ciclo la crema non ha più effetto. Oltre al tunnel del cortisone sono entrato anche in quello dell'acqua bollente, passare pochi secondi le mani sull'acqua ad altissima temperatura è uno dei più grandi piaceri che possa provare, quasi meglio di un orgasmo!! Ovviamente le mani si danneggiano sempre di più ma non riesco proprio a smettere, è più forte di me!
Avete una soluzione e/o un consiglio per il mio "strano" caso?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Per l'acqua bollente, Lei ci parla di una "manìa" e non di un problema dermatologico: come tale andrebbe trattata e nelle sedi opportune. Per la risoluzione del problema della dermatite da contatto mi pare di capire che siamo innanzi ad una malattia professionale (ha fatto i patch test serie parrucchieri per essere certo?) e come tale deve sapere che fintanto ci sarà il problema di esposizione, esistera la malattia

Utile il controllo dermatologico in tal senso.


cari saluti
Dr. Laino