Utente 395XXX
Salve,vorrei porre alla vostra attenzione la mia problematica che mi affligge ormai da 3 anni!il tutto è iniziato con una candida a livello vaginale,da un piccolo fastidio che pian piano si trasforma il un bruciore e dolore,effettuo le più svariate cure per la candida ma il problema si estende sempre più!effettuo un test hpv(escludendo che la componente candida potesse generare questa situazione) al quale risulto positiva....effettuo anche una colposcopia.mi viene diagnosticata una papillomatosi diffusa in vagina e vulva,uretra e zona perianale.effettuo anche il laser in tutte le zone indicate ma ad oggi dopo due mesi dal laser i sintomi bruciore durante la minzione,dolori al basso ventre dolore e bruciore vulvare persistono,prurito nella zona perianale....in molti mi hanno detto che l'hpv non comporta dolore,allora da cosa deriva questa situazione??la mia dottoressa mi ha diagnosticato una vulvodinia ma non sono molto convinta di questa diagnosi!!qualcuno può aiutarmi o comunque indirizzarmi?inoltre incomincio ad avvertire gli stessi fastidi anche in gola cosa devo fare??..ci sono altre analisi che posso fare per escludere altre eventuali patologie???
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le rivolgo una domanda :
E' stato eseguito un esame istologico su queste formazioni ? Si trattava di microcondilomatosi o di una fisiologica micropapillomatosi vulvo-vestibolare ?
Perchè in caso di micropapillomatosi non si effettua alcun trattamento.
A volte una LASER terapia profonda potrebbe causare una alterazione della sensibilità dovuta ad una disepitelizzazione estesa con conseguente sintomatologia dolorosa.
Naturalmente tutto ciò è una supposizione diagnostica , che necessita di un riscontro clinico.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dottor Blasi,
la ringrazio per la sua risposta celere.Non ho fatto nessun esame istologico!Ma al seguito del test hpv risultato positivo,il mio medico ha effettuato colposcopia ed infine il laser,parlandomi di papillomatosi diffusa in uretra,vulva,vagina e zona perianale.(quindi papille derivanti dal virus)Sono passati quasi due mesi da quando ho effettuato il laser,ma ad oggi i sintomi(bruciore, dolore) persistono,anzi potrei dire che dall'intervento i sintomi sono peggiorati.Devo attribuire questo dolore ad una non perfetta cicatrizzazione,o devo pensare ad altro?Il mio medico mi ha parlato di vulvodinia, per leggittimare questo dolore.Ma se effettivamente non ci sono infezioni batteriche e ne virali(perchè le papille sono state eliminate) qual'è la causa di questo malessere?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi dispiace , ma sono limitato nel dare qualche indicazione , non avendo una chiara visione del quadro clinico
SALUTI