Utente 382XXX
Gentili dottori buonasera
Scrivo per avere qualche delucidazione su ciò che mi sta accadendo da diversi giorni.
Circa una settimana fa durante dei semplici movimenti delle gambe avvertivo una sensazione di dolore e fastidio nella regione inguinale, toccandomi ho riscontrato dei linfonodi ingrossati più o meno dalle dimensioni di un fagiolo, 2 a dx e 1 a sx
Tutto questo senza nessun altro dolore nell'area interessata, sono passati 7/8 giorni e la situazione è rimasta invariata.
Leggendo su internet ho letto le varie cause responsabili dell'ingrossamento dei linfonodi prestando attenzione ai linfonodi sovraclaveari.
Io ho sempre avuto delle palline ai lati del collo più o meno quanto un baccello di piselli che si ingrossano di solito con la gola arrossata per poi tornare più piccoli ma sempre palpabili.
Or toccandomi all'interno della clavicola ne sento uno uguale a quelli del collo...
Devo cominciarmi a preoccupare ? Potrebbe trattarsi di linfonodi reattivi?
Tante grazie in anticipo!
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
assai probabilmente si tratta di banali linfonodi reattivi. Quelli inguinali drenano una zona spesso sede di infiammazioni o infezioni.
Capisce bene che non è possibile, senza una palpazione, valutare i suoi linfonodi e smetta di farlo lei perchè toccandoli continuamente si infiammano e aumentano di volume.
Vada piuttosto dal suo Curante e si faccia visitare ed eventualmente programmi una ecografia delle sedi dove sono normalmente presenti i linfonodi ed una ecografia addominale.
Il tutto per sua tranquillità.
Mi aggiorni pure, se lo desidera.
Saluti,
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Egregio dottore la ringrazio per la sua celerità e disponibilità.
Ho prenotato l'ecografia, le farò sapere senz'altro
Cordiali saluti!
[#3] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Dottore buonasera...
Comre da consiglio ho eseguito l'ecografia inguinale da cui è risultato il seguente referto:
-L'esame ecografico dei tessuti molli dell'inguine mette in evidenza bilateralmente linfonodi a castone aumentati di volume delle dimensioni variabili tra 1 e 1,5 cm da linfoadenopatia reattiva.
L'ecografista mi ha indirizzato dal curante dicendomi di effettuare gli accertamenti relativi al problema.
Ieri mattina di mia spontanea volontá ho effettuato un emocromo, dove tutti i risultati sono rientrati nella norma tranne gli Eosinofili risultati a 15 rispetto i 7 del range.
Ora sinceramente mi è presa un la paura, ipotizzando che il tutto possa essere legato alla Leucemia...
Sono veramente in ansia e vorrei sapere il suo parere.
Grazie in anticipo.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Un esosinofilia può dipendere da tante cause.
Da una allergopatia ad iuna infestazione intestinale da "vermi"

Si consulti con il curante al fine di programmare un esame parassitologico delle feci e ricontrolli l'emocromo tra 20 gg.

La sua linfoadenopatia è insignificante e lei non è medico: eviti l'autodiagnosi e l'automedicazione.

Saluti,
Dr. Caldarola.
[#5] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per il soddisfacente ed esaustivo consulto, mi sento molto più sereno....
Le comunicherò i rispettivi risultati degli accertamenti da lei indicati.
Grazie infinite dottore.
[#6] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore buongiorno
Oggi mi è stato consegnato il referto di una risonanza magnetica dove l'unica anomalia riscontrata sul referto è: lieve iperplasia del tessuto linfatico rinofaringeo.
Sono stato dal dottore a far vedere il tutto compreso l'emocromo e mi ha prescritto degli accertamenti: citomegalovirus, epstein bar, PCR, VES, antibiogramma, tampone faringeo e in più una visita ematologica.
Ora da ciò che le ho detto nei precedenti messaggi e da ciò che le sto scrivendo oggi potrebbe darmi qualche delucidazione sul referto della RM ?
Di cosa si tratta? Devo allarmarmi?
Mi scusi ma Sono veramente spaventato da tutto ciò...
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
non mi è stata notificata la replica e la leggo adesso.
Il referto della RM non è motivo di allarme alcuno.
Si tranquillizzi.
Se per ogni iperplasia lieve dell'Anello di Waldeyer dovessimo fare una visita ematologica.......
Cari saluti,
Dr. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Quindi cosa mi consiglia di fare per questi linfonodi ingrossati?
Grazie
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
faccia gli esami per i virus già indicati dal suo curante.
Un dosaggio delle IgE totali può essere utile per valutare una allergopatia che può essere causa dell'iperplasia lieve del Waldeyer.
Ripeta l'emocromo fra 1 mese.

Un linfonodo di 1,5 cm di tipo reattivo è una evenienza priva di significato; l'altro è ancora più piccolo.
Si senta comunque con il curante.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#10] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Gli esami li farò sicuramente..
Per quanto riguarda l'iperplasia ho un referto di un otorino dove mi è stata diagnosticata rinite allergica cronica non so se è riconducibile.
Gli eosinofili risultano aumentati in tutte le analisi fatte gia da anni.
E Per quanto riguarda le dimensioni dei linfonodi solo uno è di 1.98 cm
È rilevante?
Grazie
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se ha la rinite allergica il reperto RM è del tutto compatibile e la lieve eosinofilia pure.
Il linfonodo di 1.98mm se è reattivo e con ecostruttura non sovvertita non desta preoccupazioni.
Credo che abbia tutti gli elementi per tranquillizzarsi.
Perciò stia sereno.
Saluti,
Dr. Caldarola.
[#12] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Mi ha aiutato moltissimo a far chiarezza sul tutto...
Farò gli accertamenti, e ricontrollerò i linfonodi fra qualche settimana per vedere se saranno regrediti.
Le farò sapere senz'altro.
La ringrazio tanto.
Saluti
[#13] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore buonasera...
A distanza di un mese ripetendo l'emocromo mi son risultati i NEUTROFILI leggermente bassi MCHC leggermente alto e gli EOSINOFILI ancora leggermente più alti dell'altra volta.
Tutti gli altri valori risultano normali.
Per quanto riguarda i linfonodi sembrano nonostante sia passato un mese rimasti invariati...
Lei cosa mi consiglia? Devo fare la visita ematologica?

Grazie
[#14] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2015
Caro dottore buonasera, anche se il mio ultimo consulto non è stato visionato le scrivo la mia situazione attuale sperando di ricevere risposta.
I linfonodi di cui le parlavo circa un mese e mezzo fa sopra menzionati sono ancora presenti e per quanto mi riguarda data la mia ignoranza in materia son rimasti invariati sia in forma che in dimensione.
Dopo il primo emocromo effettuato e gia discusso a distanza di un mese ho ripetuto l'altro dove nel consulto precedente le riportavo il valore dei Neutrofili leggermente più basso della norma 36.4 contro i 37.0 della norma ed i globuli bianchi invece a 7.2 cioè nella norma.
In questa settimana successiva all'emocromo ho effettuato la cura per l'eradicazione dell' helycobacter pilori al termine della cura cioè lunedì il curante mi ha riprescritto il test per Hp e l'emocromo dove sono risultati di nuovo i Neutrofili a 34.2 e i globuli bianchi a 5.2.
Siccome sono molto preoccupato e leggendo su internet collegando questo ingrossamento dei linfonodi inguinali alle analisi comincio ad avere la tremenda paura della leucemia.
Questo abbassamento dei neutrofili può essere collegato agli antibiotici assunti per la terapia?
Grazie!