Utente 311XXX
Salve dottori,
vi contatto per esporvi alcuni dubbi e perplessità: sabato scorso 9/01 ho avuto un rapporto con rottura del preservativo. Fortunatamente siamo sempre molto molto cauti e l'eiaculazione è comunque avvenuta fuori; ma si sa che talvolta anche il liquido pre-eiaculatorio può comportare i suoi rischi e così ho optato per la pillola del giorno dopo (che prima d'ora non avevo mai assunto e non sapevo neppure che ne esistessero di due tipi).
Premetto che ho un ciclo un po' irregolare di circa 30-35 giorni. L'ultima mestruazione l'ho avuta all'incirca verso gg 10/12 . Recatami in farmacia e avendo esposto la mia situazione,nonché ultima data di ciclo,mi è stato detto che la EllaOne sarebbe stata inefficace nel mio caso e che anzi non ci sarebbe stato alcun bisogno di assumere nessuna pillola (senza peraltro spiegarmi il perché),o al massimo avrei potuto prendere ,con la prescrizione avuta poi in guardia medica, la Norlevo, e così ho fatto (nonostante il parere negativo e scettico della farmacista) circa 2 ore dopo il suddetto rapporto.

Ora,ad oggi il ciclo ,che sarebbe dovuto arrivare più o meno nei giorni del rapporto a rischio o poco dopo,non è ancora comparso. Non ho avuto effetti collaterali ,eccetto qualche dolorino,specialmente di notte,molto simile a quelli che ho i primi giorni del ciclo,e abbondanti perdite più o meno fluide a tratti bianche e a tratti trasparenti.

Quello che vi chiedo è, data la vostra esperienza e visto che non ho avuto sufficienti informazioni/consigli/rassicurazioni né dal medico che me l'ha prescritta né dai farmacisti,secondo voi tutto ciò è normale? Inoltre, la pillola Norlevo è effettivamente efficace vista la mia situazione o ero nei giorni più a rischio? E infine potreste spiegarmi se esiste una differenza tra la ellaone e la norlevo in relazione all'ovulazione (differenza che solo in parte mi è stata accennata in farmacia,ma senza una spiegazione completa) o avrei potuto benissimo prendere la prima e non ,come invece io ho fatto, la norlevo?

Mi scuso per le numerose domande e se posso sembrare poco ferrata su tali argomenti. Spero comunque possiate sciogliere questi miei dubbi.
Vi ringrazio anticipatamente per il tempo che mi dedicherete.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La differenza fondamentale sta che nel caso del Norlevo se l'ovulazione è in atto risulta inefficace mentre la ELLAONE riesce a posticipare il picco ovulatorio e ha una azione nell'arco dei 5 giorni dal rapporto non protetto.
Quindi complessivamente più efficace, e non risente del peso della donna che assume la contraccezione d'emergenza x
Saluti
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la risposta dottore.
Ma quindi stando al mio caso secondo lei la Norlevo può aver esplicato la sua efficacia oppure no? Quando l'ho assunta mi trovavo a pochissimi giorni da quando avrei dovuto avere le mestruazioni.
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non é d'obbligo la immediata comparsa del flusso mestruale
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore..Richiedo nuovamente la sua attenzione poichè il giorno dopo la sua ultima risposta ,ovvero il 16 gennaio,il ciclo è comparso . E' stato un po' diverso dal solito . Solitamente mi dura sui 7gg, stavolta invece primi due gg molto abbondante e poi al 4 gg già terminato.
Oggi ,a distanza di circa 10/12 gg dalla fine del ciclo,ho delle piccole perdite bianco-rosate. Può essere dovuto alla norlevo? O conviene che faccia un test di gravidanza per fugare ogni dubbio?
[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrebbe trattarsi della ripresa dell' ovulazione.
[#6] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Dottore,mi scuso per l'ennesima volta per il disturbo. Evito di aprire un nuovo consulto e le espongo qui una mia perplessità: come le scrissi le volte scorse, giorno 9 gennaio presi la Norlevo, a distanza di 6 gg ho avuto una sorta di ciclo durato 5 gg dal 16 gennaio al 21 (primi due gg molto molto abbondanti,gli ultimi due visibilmente scarsi) e di durata meno lunga dei soliti ; giorno 4 febbraio sono comparse delle macchie bianco rosate durate 3 giorni . Ad oggi ,21 febbraio, il ciclo non è però ricomparso e mi chiedo se ciò possa essere dovuto agli effetti della Norlevo,che magari si prolungano nel tempo, o se sia necessario ,a parer suo, effettuare un test.
Grazie per l'attenzione e la gentilezza
[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Un test può eseguirlo se ha dei dubbi
[#8] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Dottore la informo che ho effettuato il test,il quale è negativo. Ancora,tuttavia,il ciclo non compare. È possibile quindi che la pillola norlevo abbia potuto scombussolarmi il ciclo e ,magari, "bloccarlo" per un mese?
[#9] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Dottore,dopo poco meno di 20 gg finalmente il ciclo è arrivato.
Lo scrivo perchè magari qualcun'altro può trovarsi in una situazione simile in seguito ad assunzione di Norlevo,ed avere le mie stesse preoccupazioni.
Nel mio caso evidentemente la pdgd e l'ansia hanno causato un cospicuo ritardo.
Grazie ancora.
[#10] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
perfetto