Utente 358XXX
Gentili dottori,
dalle analisi delle urine è risultato un ph pari a 8 e numerosi fosfati amorfi. Potrebbe esserci una correlazione col fatto che nei 7 giorni precedenti all'esame ho assunto un integratore (tipo caramella) di vitamina c? Posso continuare ad assumerlo, sperando che apporti qualche giovamento ai reni, o ianzi condiziona negativamente la formazione di calcoli? Vi chiedo infine se è consigliato un approfondimento (potrei essere a rischio di calcoli?). Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dosi elevate di vitamina C possono rendere le urine più acide e faciltare la presenza di cristalli di ossalato di calcio. Questa è una condizione a rischio nei soggetti predisposti alla formazione di calcoli renali. Lei non ci dice perchè ha assunto questo integratore, d'ogni modo è noto quanto l'organismo sia in grado di trattenere solo una quota standard di vitamina C e tutto il resto vada perso appunto nelle urine. Non si spiega nel suo caso la presenza di urine alcaline, se non come indotta da una alimentazione particolarmente ricca in vegetali. Pertanto, non c'entra la vitamina C.
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la risposta.
Sicuramente mangio verdure, ma non in quantità così abbondanti, e comunque mangio anche cibi acidi come la carne..da cosa potrebbe dipendere l'alcalinità?
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Difficile dire. Provi a valutare più volte in giorni successivi anche in diffenti orari. Ad esempio dopo un pasto le urine sono naturalmente più alcaline, mentre sono più acide durante la notte. Tutto questo ci pare però più che altro una curiosità per lei.