Utente 388XXX
Buon giorno dottori, soffro di forti bruciori intimi da circa 4 mesi, tanto da non poter indossare nemmeno la biancheria intima. Dopo 1 mese, mi sono rivolta ad un ginecologo il quale non ha riscontrato nessuna anomalia a parte una ciste ovarica. Mi ha prescritto un antinfiammatorio Tiagin in capsule vaginali e schiuma. Su mia insistenza, in quanto i bruciori veramente insopportabili, mii è stato prescritto un tampone vaginale, il risultato è presenza di escherichia coli, ph vaginale 4.4 e flora lattobacillare assente. La dottoressa mi ha prescritto keimicina. La mia domanda è in assenza di flora batterica, inoltre ho le difese immunitarie molto basse, posso usare un antibiotico senza ripristinare prima la flora batterica. Inoltre il ciclo mi sta durando circa 10 giorni non so se le cose possano essere collegate Vi ringrazio molto per il vostro servizio mi ha già aiutato molto in passato . Aspetto con ansia una vostra risposta. Non so cosa fare
[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

in questi casi è importante ripristinare prima di tutto la flora lattobacillare, e correggere eventuali squilibri della funzione intestinale come stipsi o colite.

Spesso dopo aver ristabilito questo equilibrio i sintomi scompaiono e non si rende necessaria una terapia antibiotica.

A volte anche fenomeni di allergia o intolleranza verso sostanze contenute ad esempio nei detersivi con cui si lava la biancheria intima, nei detergenti intimi che vanno usati senza eccedere, possono essere responsabili di bruciore intimo.


[#2] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Buon giorno dottoressa la ringrazio innanzitutto per la risposta. Le chiedo gentilmente alcuni chiarimenti, Lei mi consiglia fermenti lattici per bocca o ovuli? I bruciori possono essere un sintomo dell'escherichia coli oppure è da escludere? Per quanto riguarda l'intestino cosa dovrei fare a chi dovrei rivolgermi ? Ho la pancia molto gonfia da parecchio tempo non so se i sintomi sono collegati , ho provato ad andare da un gastroenterologo il quale mi ha prescritto dei fermenti lattici ma non mi hanno risolto nulla. Scusi se le porgo tutte queste domande ma non so proprio cosa fare grazie ancora .
[#3] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
In casi come il suo, caratterizzati da problemi di meteorismo e squilibrio accertato della flora batterica vaginale, sarebbe opportuno assumere terapie volte a ripristinare un equilibrio vaginale e intestinale per via sistemica e per via vaginale.

Un bravo gastroenterologo potrà aiutarla ad individuare la causa di eventuali problemi intestinali e prescriverle una terapia appropriata dopo una visita ed eventuali accertamenti da lui ritenuti opportuni.

Anche una dieta appropriata, consigliata da un gastroenterologo, può aiutare in caso di meteorismo, legga questo mio articolo:

http://www.medicitalia.it/news/ginecologia-e-ostetricia/5800-pancia-gonfia-dieta-ideale-eliminarla.html

Riguardo il bruciore vaginale, oltre a ripristinare la flora lattobacillare e ad evitare antibiotici, sarebbe opportuno escludere una eventuale vestibolodinia, legga questo mio articolo per capire di cosa si tratta:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/908-bruciore-dolore-vaginale-rapporti-dolorosi-sintomi-vulvodinia.html

Un caro saluto.
[#4] dopo  
Utente 388XXX

Iscritto dal 2015
Grazie tante dottoressa per la sua risposta, lei , per caso sa indicarmi dei bravi professionisti a milano, non so se sono sfortunata io, ma non riesco a trovare dei medici che mi sappiano aiutare veramente. Non so come ringraziarla per il suo aiuto . Buona Giornata
[#5] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
A Milano ce ne sono tanti di bravi professionisti che potranno aiutarla.
Non posso farle dei nomi specifici di Colleghi e Colleghe, ma può informarsi sui ginecologi esperti in patologie vulvovaginali per esempio all'Ospedale Buzzi o all'Ospedale S.Raffaele Resnati.

Un caro saluto.