Utente 366XXX
Salve,
sono una ragazza di 27 anni a cui da due anni è stata diagnosticata la SM, con conseguente inizio di terapia (interferone). Sono vergine ma da 8 mesi ho iniziato una relazione con un ragazzo e il desiderio di avere un rapporto sessuale c’è da entrambe le parti, frenato in parte dalla mia paura di incorrere in una gravidanza indesiderata (da evitare soprattutto per il farmaco che assumo ogni settimana e sul cui bugiardino si indica alle donne in età fertile di adottare adeguate misure contraccettive). Nella mia “situazione” è sufficiente un rapporto protetto o sarebbe il caso di prendere la pillola anticoncezionale fin da prima del primo rapporto per evitare qualsiasi rischio?
Inoltre, se non prendessi la pillola e sorgesse qualche problema (ad es. rottura di preservativo durante il rapporto) nel mio caso, in situazioni d'emergenza, la pillola del giorno dopo sarebbe indicata o controindicata (compatibile o meno con l'interferone)?
Da ecografia pelvica risultano soltanto ovaie multifollicolari e ho un ciclo di circa 33/35 giorni.
Ringrazio anticipatamente.


[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono d'accordo con lei , non esistono controindicazioni alla assunzione della pillola con la SM , e mi trova ancora più d'accordo quando afferma che non deve correre alcun rischio con i farmaci che assume.
Giusto vivere con tranquillità la vostra sessualità , senza correre alcun rischio legati all'uso di altri contraccettivi.
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta! So che non esistono controindicazioni all'utilizzo della pillola anticoncezionale con SM però ero incerta se prenderla o meno, anche e soprattutto per non sovraccaricare il fegato.. Inoltre quando già c'è un farmaco da prendere ' a vita' non è facile introdurne degli altri, coi rischi che comportano. Volevo essere certa che un rapporto protetto scongiurasse ogni pericolo ma temo-e lei me lo conferma- che l'unico metodo immune da pericoli sarebbe l'assunzione della pillola. Poiché so che l'eventuale assunzione della pillola richiede degli esami preventivi, crede sia meglio attendere questi esami e l'inizio della pillola prima di qualsiasi rapporto sessuale? Sa se eventualmente la pillola del giorno dopo (facciamo gli scongiuri!!!) É controindicata nella mia situazione? Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Può assumere la pillola se i suoi esami di laboratorio ( di routine) sono normali, non si eseguono esami particolari.
Nessuna controindicazione anche per la eventuale contraccezione d'emergenza.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Salve,
La ringrazio. Gli esami di laboratorio (che faccio ogni 4 mesi) sono nella norma, ad eccezione di alcuni valori che l'Inf ha un po' alterato (linfociti bassi e qualche altro valore dell'emocromo leggermente al di sotto o al di sopra della media, mentre transaminasi ancora ok per fortuna). A suo avviso quindi è necessaria la pillola? Non mi darebbe la totale sicurezza di non incorrere in gravidanze indesiderate nemmeno un rapporto protetto da preservativo, e con eiaculazione esterna (una sorta di coito interrotto ma con la maggiore protezione del preservativo)? Grazie ancora e mi scusi per l'insistenza ma vorrei prendere la pillola solo se strettamente necessario, altrimenti no.
[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se mi chiede il massimo della sicurezza devo necessariamente consigliarle un estroprogestinico (pillola, anello vaginale ,cerotto) o un dispositivo intrauterino con levonorgestrel (Jaydess) , che non viene metabolizzato a livello epatico.
Alternativa è il metodo che mi ha descritto (coito interrotto + condom) con una sessualità quasi nulla.
SALUTI
[#6] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Salve,
grazie ancora per la risposta, è davvero molto gentile, rapido e professionale! Nel metodo da me descritto parla di "sessualità quasi nulla" perché l'uso del condom + coito interrotto potrebbe essere un limite alla libertà del'atto in sé o semplicemente intendeva che i rischi- con quel metodo- sarebbero quasi nulli?
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Libertà di esprimersi sessualmente parlando !!
[#8] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Cioè ritiene che un sistema contraccettivo del genere sarebbe troppo limitativo nei confront del partner?
[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
direi nei confronti della coppia