Utente 385XXX
Buon giorno,
da settimane ho sbandamenti di testa, non giramenti veri e propri ma sensazione di perdita di equilibrio. Dopo essermi consultata con il medico di famiglia mi ha detto di controllarmi la pressione diverse volte al giorno. Ho notato che la pressione è spesso più bassa del normale (si aggira intorno ai 107/65 110/70 e i battiti sono quasi sempre intorno ai 56/57 bpm.
Il medico mi ha detto che potrei essere leggermente bradicardica e mi ha prescritto analisi del sangue e ecg.
L' ecg è risultato "nei limiti" mentre gli esami del sangue (generici + tiroide e colesterolo) sono tutti nei parametri ad esclusione del colesterolo che è molto alto.
Io soffro di ipercolesterolemia congenita (scoperta a 18 anni) e attualmente ho 311 di colesterolo tot mentre 35 di colesterolo buono.
Avendo in passato provato ad assumere statine con cattivo risultato in quanto mi provocavano molti effetti collaterali, il medico mi ha detto di provare con armolipid plus.
le sto assumento da 10 gg e, a parte un po di stitichezza, non mi provocano altre controindicazioni.
Vengo al dunque, da 2 gg ho leggere punture tipo "spillo" nel petto nella parte sinistra e queste sensazioni mi stanno procurando non pochi brutti pensieri.
Il medico dice che, secondo lui, tutti questi sintomi (punture al petto + senso di perdita di ecquilibrio) siano da ricondurre ad ansia e stress.
Io non sono molto convinta.
Gli ho chiesto di poter fare un ecg sotto sforzo oppure un holter ma secondo lui non ce n' è bisogno.
Mi ha detto solamente di continuare ad assumere armolipid plus x un mese e poi di ripetere le analisi del sangue.
Non so che fare, il mio colesterolo non mi preoccupa più di tanto perchè so già di averlo, sono questi altri sintomi, e la presunta bradicardia, che mi spaventa moltissimo.

Che mi consigliate?

Dimenticavo di dire che ho 31 anni.

grazie dell' attenzione

elisa

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A giudicare dai dati che ha inserito lei e' uno ...scheletro..
30-35 Kg x 170 cm di altezza o e' sbagliato o lei e' anoressica.
Spero ovviamente che sia la prima situazione
Detto questo i dolori che lei riporta non hanno niente a che vedere con il suo cuore, ne' per tipo, ne' per durata dei dolori.
La sua ipercolesterolemia in9oltre va curarta, in quanto familiare.
Le statine sono tantissime e le assicuro che io, nonostante la mia decennale esperienza non ho mai trovato un paziente che non possa assumere statine

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie della cortese risposta.
Tengo a sottolineare che io non sono assolutamente contraria all'uso delle statine.
Dalla sua risposta mi pare di capire che sia questo il messaggio che è passato.
Io ho assunto statine, ma siccome (come le ho scritto) mi dava parecchi effetti collaterali (mal di testa perenne e crampi muscolari/addominali pazzeschi) il m edico di base mi ha consigliato di fare uno stop con l' assunzione delle statine e di provare con questi integratori alimentari (armolipid plus) che, a detta sua, funzionano parecchio.
Ho scritto questo messaggio in risposta al suo perchè dalla sua risposta credo di essermi espressa male.
Io non sono contraria alle statine anzi... non ho mai creduto ai prodotti omeopatici, preferisco assumere medicinali con risultati comprovati, ma a patto che non mi facciano star cosi male.
Anche a livello economico gli integratori non sono molto convenienti, con le statine avrei l' esenzione!
Voglio però fidarmi del mio medico curante che vuole provare a far questo ciclo di 6 mesi per vedere come va....se non avremo i risultati sperati ricominceremo con le statine.
per quanto riguarda i dolori a spillo che sento, grazie per avermi rassicurata.
buona serata