Utente 406XXX
Buonasera a tutti i medici

ho iniziato ad avere da qualche giorno un problema di intenso fastidio ai capezzoli.
Ho 22 anni e sono di corporatura robusta, qualche tempo fa erano comparse della macchie bianche, avevo fatto degli accertamenti ed era risultata una ginecomastia. Sono andato quindi da uno specialista (un senologo) che mi ha detto che le macchie bianche (e leggermente spesse) erano delle cisti di grasso e che il sovrappeso può causare un aumento di estrogeni che può far venire la ginecomastia. A distanza di ormai 6 mesi e più una mattina appena sveglio ho iniziato ad avvertire un intenso fastidio alla punta dei capezzoli, sono diventati estremamente sensibili, tanto che non posso neanche mettere una maglietta leggera che il fastidio risulta essere quasi insopportabile e per potermi vestire devo coprirli con dell'ovatta. In certi momenti è quasi come se pizzicassero o bruciassero leggermente, ho notato un leggero dolore sulla parte superiore del seno se faccio pressione. Ho provato a mettere del gentalyn sul capezzolo e apparentemente ha ridotto leggermente il senso di fastidio che però in breve tempo si è ripresentato.Ho notato un leggero arrossamento sulle punte che risultano anche a capezzolo dilatato spesso leggermente gonfie. Domani ho un consulto medico con il mio medico di base, vorrei se possibile avere anche un secondo parere (per quanto valido a distanza).

Insieme ai vari accertamenti ( non so se è correlato ma lo riporto) ho fatto delle analisi del sangue ed è risultato che avevo dei picchi glicemici molto elevati e mi era stato consigliato di mettermi a dieta ( in famiglia siamo diabetici)

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Sono sintomi compatibili con una ginecomastia che puo' essere vera se dovuta ad aumento di volume della ghiandola mammaria o falsa "cosiddetta " se dovuta solo ad incremento del tessuto adiposo con ghiandola d dimensioni normali, un evografia in genere chiarisce tutto
Saluti
[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera

ho svolto sei mesi fa l'ecografia ed era stata evidenziata una ginecomastia. Il senologo mi disse che però era stata causata da un aumento di estrogeni in quanto sono sovrappeso e l'endocrinologa mi disse che avevo la glicemia alta. Il senologo leggendo la mia cartella mi ha detto in seguito di non preoccuparmene ulteriormente, ovvero che non c'era nessuna diagnosi ed ero sano.
Ora come ora scrivo questo perché il problema pare essersi ripresentato, premetto che non ho buone abitudini in quanto negli ultimi mesi ho avuto problemi con il bere e adesso ho dovuto forzatamente smettere.
Al momento il medico di base mi ha prescritto della connettivina che applico sui capezzoli 2 volte al giorno, ha leggermente risolto il problema di fastidio, ma restano ancora molto sensibili e adesso dal colore rossastro che avevano per l'infiammazione sono diventati più scuri nonostante abbia anche smesso il bere.
Fra gli altri farmaci che prendo c'è il foster per l'asma che però sembrerebbe (a detta del mio medico di base) che non abbia come effetto collaterale questo rigonfiamento, prendo il gaviscon in quanto soffro di acidità di stomaco e la valeriana perché soffro di ansia notturna.
Sono comparsi degli sfoghi che mi provocano prurito nella zona circostante al capezzolo ( però forse è perché per proteggerli dal contatto ci metto dell'ovatta).
[#3] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Si faccia ricontrollare e magari esegua nuovamente un e cografia
Saluti