Utente 409XXX
Gentili Dottori,
Tra qualche giorno devrò sottopormi ad un intervento in laparoscopia per l'asportazione di una cisti ovarica in anestesia generale. E' la prima volta per me. Ho gia eseguito i controlli per il pre ricovero (analisi del sangue, ECG, consulto con anestetista, auscultazione torace e varie domande su allergie e stato di salute). Mi è stato dato un ASA II. Devo ammettere che ero abbastanza tranquilla fino a poco fa. Ma ho il brutto vizio di girovagare sul web per cercare informazioni, ed essendo una persona molto ansiosa, la tranquillità che avevo, è crollata completamente dopo aver letto delle varie complicazioni che potrebbero esserci sopratutto per i fumatori e le persone allergiche. Io ho 29 anni, sono fumatrice (circa 20 sigarette al dì), fumo da 10 anni anche se ultimamente sto cercando di diminuire. Ho varie allergie comuni (pollini, polvere, pelo di cani e gatti), e questo mi comporta secrezioni retronasali, catarro ed ogni tanto un leggero fischio nei respiri profondi, per i quali faccio ogni tanto aerosol e antistaminici. Ovviamente ho detto tutto all'anestetista e mi è comunque stato dato l'ok per l'intervento, quindi suppongo la mia situazione sia comunque idonea al tipo di intervento. Ma la cosa che ora mi sta preoccupando è l'aver letto che nei fumatori possono verificarsi broncospasmi al risveglio dall'anestesia, difficoltà respiratorie in generale, arresti cardiaci, difficoltà nell'intubazione. Ne ho letto di ogni. E mi sta salendo il panico. Quindi volevo chiedere a voi, quali sono gli effettivi rischi di una anestesia generale in un fumatore. Non credo di avere gravi patologie polmonari causate dal fumo o dalle allergie, anche se non ho mai fatto visite in merito. Ma credo comunque che anche solo dall'auscultazione, se ci fosse stato qualcosa che non andava se ne sarebbero accorti? Il fatto di essere una persona ansiona, con attacchi di panico, fame d'aria e tachicardia, non aiuta purtroppo. Non credo sia il massimo arrivare al giorno dell'intervento con il panico alle stelle.
Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
E in effetti gentile Utente il problema è proprio questo... Ha "girovagato" per il web e quel minimo di tranquillità che poteva avere dopo aver passato il giudizio di idoneità dell'Anestesista, se l'è giocato leggendo "di ogni" sul web.... Un pò come quando leggiamo le controindicazioni e gli effetti collaterali anche della tachipirina sul bugiardino e ci si spaventa perchè potremmo avere reazioni gravi anche mortali.
Dunque. La condizione di forte fumatore (perchè 20/die la pongono in questa fascia), non penso che la possa porre in una situazione di pericolo in considerazione della sua giovane età. Lei ha letto andando troppo oltre perchè comunque non è assolutamente vero che il fumatore ha un rischio maggiore di mancata intubazione perchè le problematiche alla base di questa condizione sono altre. Potrebbe avere un po di catarro , vero, ma se non addormentassimo nessuno in questa situazione staremmo freschi perchè salterebbero la quasi totalità degli interventi. Nell'eventualità di un broncospasmo sappiamo benissimo cosa fare e come trattare questa e qualsiasi evenienza possa avvenire in sala in fase di induzione e risveglio. Piuttosto l'unico aspetto preoccupante che mi preme sottolineare è il suo stato ansioso che penso abbia riferito al collega e che richiederebbe un trattamento farmacologico anche nei giorni precedenti l'intervento affinchè possa arrivare nelle migliori condizioni psicologiche.
Non so quanto sarò stato capace di tranquillizzarla ma mi sembra che non abbia motivo di preoccuparsi oltre ogni limite ma se mai in maniera proporzionale al fatto che debba subire un intervento chirurgico che essendo in videolaparoscopia, quindi gravato da minor dolore e maggiore celerità nella fase di ricovero e convalescenza, le permetterà di tornare presto a casa.
La saluto cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la risposta. Devo ammettere che un po' mi ha rassicurata. Perché davvero sul web si trova di tutto e purtroppo non essendo esperta in materia, non so a cosa credere. Però l'ansia vince sempre, purtroppo. Quindi quel margine di paura resta sempre. Non ho parlato con l'anestetista della mia forte ansia, anche perchè al colloquio ero abbastanza tranquilla. Lei crede che dovrei avvertirlo? Sopratutto la fame d'aria che mi provoca, potrebbe essere un problema durante l'anestesia? Mi scusi per le domande forse sciocche, ma non sono esperta in materia. In questi giorni è tornata anche la rinite. Quindi starnuti, muco che scende in gola, catarro che mi porta a dovermi schiarire spesso la voce. Domani credo che avviserò l'anestetista. Lei crede che potrebbero rimandare l'intervento e darmi una cura nel frattempo?
La ringrazio ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Lo avverta ed eventualmente si faccia visitare prima di essere addormentata. Valuterà lui se clinicamente vi sono le condizioni per rinviarlo.
Saluti