Utente 248XXX
Sono una donna di 42 anni, preso 62 Kg, altezza 152 cm, non fumo, non bevo alcool.

Quando mi affatico in lavori domestici quali lavare pavimenti e finestre, stendere i panni, oppure anche fare una passeggiata sotto il sole, oppure anche solo entrare in automobile dove l'abitacolo è caldo perchè l'auto è rimasta a lungo al sole, dopo un poco accuso calo di pressione e successivamente compare un forte mal di testa, con dolore maggiormente localizzato tra gli occhi.

Non ho sempre accusato questa fenomenologia di disturbi, si verificano da circa dieci anni e quello che più preoccupa è che si stanno accentuando col passare degli anni, nell'intensità e nella frequenza.

Preciso che l'entità degli sforzi citati non è eccessiva da giustificarne gli effetti.

Quale potrebbe essere la causa? Che indagini fare? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
mi chiedo come faccia ad essere sicura che nelle situazioni descritte si verifichi un calo pressorio.
Se è una "ipotesa costituzionale" il discorso è diverso ed è naturale che il caldo accentui i disturbi.
Non fa accenno ad esami ematochimici o strumentali eseguiti: se non integra il suo consulto non è possibile darle una risposta professionalmente valida.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dell'attenzione, spesso nelle occassioni riferite misuro la pressione con un apparecchio domestico, che ritengo affidabile, ed i valori risultano 60min/100max oppure 62min/101max, 61min/101max, 60min/92max.
Inoltre ricorro ad assumere liquerizia che ha l'effetto di rialzarmi la pressione e ne traggo beneficio, e per il mal di testa ho beneficio dal bere caffè, a riguardo il mio medico di base qualche anno fa mi prescrisse una medicina a base di caffeina (difmetre), ma era talmente alto il contenuto che avevo tremori, sensazione di svenimento ed allora ho evitato di assumerne più.