Utente 348XXX
Buongiorno a tutti. inserisco questa mia richiesta di consulto in questa categoria (senz'altro non idonea al mio problema) in quanto le altre sono tutto troppo intasate di richieste e, perciò, non al momento operative. io sto soffrendo da qualche mese di una strana lombalgia che ha i suoi sintomi soprattutto ai glutei e in prossimità del coccige. al perdurare della sintomatologia, il medico di base (immaginando un fatto artrosico-infiammatorio) mi ha prescritto tre iniezioni di betametasone, che mi hanno immediatamente giovato (anche se non del tutto risolto il problema, che ancora permane, soprattutto se rimango seduto, mentre migliore se sto in piedi). ho appena ritirato il referto delle lastre che ho fatto nella zona lombo-sacrale e non è risultato nulla, neanche un accenno di artrosi. potrebbe questo essere un sintomo suggestivo per qualcosa che ha attinenza con un infiammazione reumatica? tenete conto che io, per lavoro, sono costretto a stare seduto diverse ore al giorno davanti al pc a scrivere articoli. che i nervi o tendini sacrali si siano infiammati per un problema di postura scorretta? che sia questo un piccolo indizio di iniziale sacroileite o spondilite? grazie e buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
La sintomatologia è molto aspe civica e purtroppo l'rx della colonna lombosacrale è moltornato limitato come esame.
Al momento le informazioni cliniche e i segni descritti non permettono di discriminare da un'infiammazione da postura da una condizione iniziale di artrite/artrosi o semplicemente da una patologia infiammatoria dei glutei.
È opportuno che si faccia visitare da un ortopedico e poi eseguire eventuali trattamenti o esami diagnostici più approfonditi
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore, infatti Mercoledì 13 avrò l'appuntamento con l'ortopedico e vedremo se lui mi dirà di fare una risonanza magnetica (ammesso che possa essere utile). secondo il mio medico di base, potrebbe esserci un'ernia lombare, ma a me pare strano, perché tutti gli spazi intersomatici tra le varie vertebre sono regolari e non c'è accenno di artrosi (io pensavo che, per esserci un'ernia, lo spazio tra una vertebra e l'altra dovesse essere ridotto). io, nella mia ignoranza, propenderei più per una patologia infiammatoria dei nervi che partono dalla zona lombosacrale. sempre per un'eventuale ernia, io sapevo che un sintomo molto specifico è il formicolio e l'intorpidimento degli arti, cose che proprio non ho (il medico di base mi ha stiracchiato gli arti inferiori e me li ha fatti mettere in maniera incrociata, ma non ho avvertito nessun fastidio in quelle manovre)
[#3] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Purtroppo la relazione non è così lineare tra l'assenza di sintomi e il quadro conclamato ci sono tanti quadri intermedi anche di sintomi e segni che si sovrappongono.
Purtroppo l'rx non dà molte informazione principalmente sui quadri infiammatori iniziali.
[#4] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Vedremo con una eventuale risonanza magnetica, sperando che possa mettere in evidenza qualcosa (comunque, dalle lastre, non risulta artrosi ed è già qualcosa)
[#5] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Non è l'atteggiamento corretto.
Il passo fondamentale è la visita medica; l'esame diagnostico ha valore solo se c'è stata a monte una buona valutazione clinica. Da solo non serve a molto perché: 1) gli esami diagnostici, tutti, hanno un limite è possono non " vedere" eventuali stati patologici; 2) la clinica se ben valutata ha sempre ragione; 3) è un inutile spreco di soldi e tempo se non è l'esame indicato per il tipo di problema e porta ad errori diagnostici.
[#6] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Ciò che dovrò fare lo deciderà l'ortopedico e, per esperienza, so che ogni specialista procede per esami e per gradi prima di dare una diagnosi. le lastre già le ho fatte (e sono risultate del tutto negative) e, visto che i sintomi (seppur non pesanti e invalidanti) ancora li ho, sono sicuro che l'ortopedico mi farà fare una risonanza magnetica per capirci meglio (anche perché non ho idea di cosa mi potrà dire di più del medico di base, visto che le lastre sono negative e, alla visita pratica sul lettino, non ha riscontrato nulla di anomalo). se poi anche la risonanza magnetica sarà negativa, mi faranno fare una Tac. si figuri, dottore, se io ho voglia di sottopormi a tutti questi esami e farli poi privatamente (visto che con il SSN si andrà a finire all'anno prossimo). purtroppo, quando si inizia ad accusare dei malanni, l'iter diagnostico può essere lungo e complicato. per esperienza con altri specialisti, so che è così
[#7] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Lei ha ragione.
Spesso si fa una medicina affidandosi troppo agli esami diagnostici e questo porta ad un paradigma deduttivo pericoloso: se gli esami non fanno vedere niente allora il paziente non ha niente o perlomeno niente di serio e questo ovviamente non è vero.
Inoltre si svilisce la professione di tanti colleghi specialisti delle varie discipline che
lavorano bene e dei colleghi radiologi che diventano un centro di smistamento ; tanto è vero che le società scientifiche americana con il choosing wisely e quella italiana con slow medicine ( fare di più non significa fare meglio) stanno cercando di mettere un freno a questo problema.
Nel suo caso le consiglio di cercare un ortopedico specialista nella colonna che le farà una visita più accurata , per quanto ovviamente la professionalità del suo medico di base non sia in discussione, e formulerà un'ipotesi diagnostica (altrimenti facciamo la medicina tramite social media); poi se deve fare la rm lo si deciderà in seguito.
[#8] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Il mio medico di base (che è fresco di laurea e di professione e che ha sostituito il mio vecchio medico, che invece era piuttosto intuitivo e che a naso ci prendeva molto di più di parecchi specialisti) si attiene al "forse". lui vuole sentire uno specialista, perché per lui, io potrei avere tutto e niente. di sicuro (e ne sono sicuro al 100%) io non ho un'ernia discale, perché se l'avessi (come sosteneva il mio vecchio medico ora in pensione) avrei tutta un'altra sintomatologia (formicolii, intorpidimento degli arti, difficoltà a camminare e dolore nei movimenti. io non ho nulla di tutto ciò e, anzi, con il movimento - tipo quando cammino e faccio lunghe passeggiate - i fastidi scompaiono del tutto). per me, è una semplice infiammazione dovuta a una postura scorretta. magari basta anche solo un'altra iniezione di cortisone e un po' di ginnastica posturale per far passare il tutto. ma il mio medico di base sostiene che, senza una risonanza, potrebbe essere pericoloso anche fare della fisioterapia... capisce, dottore? a volte, bisogna saper essere anche medici di se stessi. buona Domenica!
[#9] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore, sono stato visitato stamattina dall'ortopedico che, guarda caso, mi ha segnato una risonanza magnetica. anche lui non si è pronunciato minimamente né su una ipotetica diagnosi e, tanto meno, su una possibile terapia (sia farmacologica che fisica). insomma, tutto secondo copione (ha solo detto, visionando le lastre, che, secondo lui, c'è un piccolo schiacciamento vertebrale, sebbene il medico radiologo non l'abbia notato nel suo referto)
[#10] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Lo so che funziona così ma resta il fatto che non è il modo migliore di lavorare .
Mi faccia sapere il risultato della rm.
Cordiali saluti a presto
[#11] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Lui, sulla richiesta rosa (quella del SSN) ha scritto, come motivazione, "discopatie lombari" (al plurale, poi, come se fossero multiple), non avendo la certezza neanche lui di cosa io abbia (e, le ripeto, io sono anche sicuro che non ho discopatie). tra l'altro, questo ortopedico della ASL non mi ha lasciato minimamente parlare. la sua visita sarà durata al massimo 8 minuti. ora però che rammento: già a partire da un cinque anni fa, ogni tanto avvertivo nel sonno notturno un dolore sordo proprio in prossimità dell'osso sacro (diciamo vicino alla zona anale) e, da una decina di giorni ad oggi, mi è comparso uno strano eritema solare a entrambi gli avambracci (eppure non sono stato al mare)... che sia un sintomo di una sindrome infiammatoria? chiaramente le trascriverò il risultato della RM, che avrò la settimana prossima. grazie mille, dottore
[#12] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Può essere tranquillamente una forma reumatica. Hai avuto sintomi tipo febbre? Morsi di insetti?
In famiglia, che tu sappia, qualcuno soffre di malattie reumatiche?
[#13] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera dottore, no, febbre no, ma uno strano eritema solare a entrambi gli avambracci (secondo il mio medico di base, si tratterebbe di sudamina, ma io non ne sono convinto. mi ha prescritto comunque una pomata al cortisone da applicare). per insetti, solo zanzare. una cosa che mi ha lasciato sconcertato è che la lastra del mio rachide lombare è, secondo il medico radiologo che l'ha visionata (al centro specialistico dove mi sono recato a farla) è del tutto normale. niente artrosi e spazi intersomatici nella norma, mentre per l'ortopedico, c'è uno schiacciamento vertebrale. stessa lastra l'ho fatta vedere al mio medico di base e pure lui l'ha trovata normale. insomma, ma una lastra (che è una fotografia, in pratica) è interpretabile dai medici "ad personam"? cioè, molto (o tutto) dipende da chi la visiona? ma non ci sono dei parametri per poterla valutare? se ci sono, quelli devono essere uguali per tutti. non è certo che va a gusti. comunque, domani pomeriggio farò anche questa benedetta RM e vedremo cosa ne uscirà. buona serata e grazie, dottore
[#14] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Ok. Buona serata anche a lei e mi faccia sapere.
Per gli esami è vero che si tratta di interpretarli ma i binari reali di interpretazione sono veramente molto stretti.
Ovviamente non posso risponderle sulla valutazione e sulle motivazioni di altri colleghi.
[#15] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Quindi, se c'è effettivamente uno schiacciamento, questo dovrebbe essere molto minimo, se per il radiologo non c'è e per l'ortopedico c'è. penso anche che il medico radiologo dovrebbe essere (almeno in teoria) lo specialista più idoneo a valutare le lastre e risonanze magnetiche, più di ogni altro medico, che sia specialista (come l'ortopedico o il neurochirurgo) che quello generico
[#16] dopo  
Dr. Giovanni De Paula
24% attività
16% attualità
4% socialità
PORTO TORRES (SS)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Il medico radiologo è l'unico che fa un referto riguardo ad apparecchiature di radiodiagnostica.
Tutti gli altri specialisti danno solo delle valutazioni che hanno un limitato valore clinico se non confrontate e discusse col medico radiologo.
Ma oggi non doveva fare la rm?
[#17] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
La risonanza magnetica l'ho fatta, sì, ma il referto me lo daranno solo Venerdì 22. il tecnico che me l'ha fatta non si è pronunciato minimamente (e ha fatto bene, visto che non è un medico), anche se mi pare ci fosse una dottoressa, dall'altra parte del vetro della stanza della risonanza magnetica. certo, può darsi anche che il medico radiologo non sia bravissimo (parlo del mio caso, nella struttura dove mi sono recato) e abbia interpretato male le lastre. purtroppo, dottore, non è la prima volta che incappo in medici incompetenti. per dirle, per circa due anni ho girovagato tra gastroenterologi, uno peggio dell'altro. come giustamente mi ha scritto uno dei maggiori gastroenterologi qua su Medicitalia: "certo che lei è capitato male con i medici!". purtroppo, capita: è casualità o sfortuna. le farò sapere Venerdì il referto della RM. buona Domenica, dottore e grazie per tutto l'interesse che mi sta dimostrando per il mio caso personale
[#18] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore, ho ritirato ora la RM. sostanzialmente questo è il referto: modesto bulging discale di L5-S1. modesta sinovite articolare delle articolazioni interfaccettatarie di L3-L4 ed L4-L5. aspetto diffusamente disomogeneo della spongiosa ossea dei metametri vertebrali esaminati senza vere lesioni ossee. per il resto è tutto ok (si fa per dire, ovviamente). mi sa che aveva ragione l'ortopedico che mi ha visitato pochi giorni fa. grazie mille