Utente 418XXX
Buonasera sono una ragazza di 23 anni e da circa 7 anni soffRo di tachicardia e delle fastidiose e preoccupanti extrasistoli.
Sono diventata a causa di questo disturbo una persona molto ansiosa e ipocondriaca, prima ero la persona più tranquilla del mondo.. Questo disturbo cardiaco mi sta logorando! Ho fatto molti ecg sia in ospedale che da privati e oltretutto al Ps Dove mi sono recata dopo forti extrasistoli che mi avevano preoccupata, logicamente tempo che mi avevano visitata non vedevano nulla di anomalo e mi hanno sempre mandata a casa dicendo che dovevo essere più tranquilla.. é una parola.. Ho fatto due prove Sotto sforzo in cui in una Sì è vista una extrasistole ma nell'altro solo una lieve tachicardia già di base. Tiroide normale. Eco cuore normale. Nel 2014 mi è venuta una gastrite da reflusso cronica con ernia ietale da scivolamento di piccole dimensioni, avevo risolto il problema con una cura di Aragon da re mg per un mese. Poi nell'aprile 2016 mi è tornata la gastrite, gastro con elicobactEr negativa, sempre gastrite cronica con ernia da scivolamento, mucosa eritematosa e cardias Beantes. Cura con Aragon da 20 mg per un mese ma non sta funzionando.. Ho moltissima aria nello stomaco dopo i pasti che mi provoca tachicardia ed extrasistoli, sto bene solo a riposo, come mi alzo peggiora la tachicardia e mi vengono le extrasistoli!! Sto aspettando gli esiti dell'holter ma il cardiologo mi ha consigliato di fare anche gli esami del sangue per avere poi un quadro completo.. Mi ha anticipato che dall'holter si sono viste parecchie extrasistoli nell'arco della giornata con maggiore frequenza nel giorno. Eco addome ok cistifellea pulita, ovaio multifollicolare. Ho provato a non prendere axagon per una mezza giornata e sono stata malissimo sia con lo stomaco che si è riempito di aria per ore e ore e con il cuore che mi ha dato tachicardia 112 /115 che extrasistoli nel momento in cui mi sono messa in movimento, poi quando sOno a letto arriva spesso a 54 /56. Sento molti movimenti intestinali e a volte mi vengono delle coliche molto dolorose.. Dopo tutti i medici che mi hanno vista ho le idee confuse. Il cuore e lo stomaco possono essere così collegati da avere tutti questi problemi cardiaci se lo stomaco non è a posto? Il cardiologo che mi ha chiesto gli esami del sangue cosa può aver trovato di così preoccupante da richiedere anche gli esami prima di darmi l'esito dell'holter? Ho fatto anche prove di intolleranze alimentari risultate negative. Ho troppa paura che il mio cuore stia per "rompersi" da un momento all'altro e lo stomaco o l'intestino non passa giorno che non mi dia qualche proBrema. La preoccupazione ormai mi divora!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
tutto fa pensare che le sue extrasistoli siano benigne e che la sua intolleranza alle stesse sia secondaria alla sua ansia patologica....lei non ha bisogno di un cardiologo, ma di uno psicoterapeuta, l'unico che può esserle realmente di aiuto.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la tempestiva risposta. Sono già seguita da una psicologa che mi sta aiutando in questo periodo. Mi ha consigliato di prendere 10 gocce di xanax prima di dormire in quanto anche il sonno é interrotto da questa ansia per il cuore e lo stomaco. Ma non si può guarire dalle extrasistoli? Come mi sono venute a 17 anni vorrei sparissero. Non le sopporto più. Inoltre non capisco come mai a riposo il battito é normale e come mi alzo inizia spesso la tachicardia.. Lo stomaco e quindi la mia gastrite possono essere così collegati al cuore da provocare le extrasistoli?

Cordiali saluti