Utente 426XXX
Buongiorno, volevo avere un vostro parare circa la mia situazione.Sono una ragazza di 28 anni, celiaca, con problemi di ipotiroidismo ds molti anni.Nell'ultima settimana sto riscontrando delle sensazioni,soprattutto di notte, di forte agitazione, di tachicardia (di cui non ho mai sofferto).Ho come la sensazione di non riuscire a respirare bene in posizione supina e con un peso sulla zona toracica.L'altra notte sono andata al pronto soccorso dove mi hanno fatto ECG ed ECO ed è risultato tutto nella norma.Io già assumo eutirox da 75 ed ora mi hanno dato Nobistar da 5 mg (dosaggio prescritto 1/4) per brevi periodi.Lo prendo da quasi una settimana ma la notte puntualmente si ripresentano tali crisi(come se avessi un peso sul petto)ed un nodo alla gola.Ho dolori retrosternali e muscolari ed una continua sensazione di non riuscire a digerire.È un periodo molto stressante a causa di un esame a livello professionale che sto preparando molto importante e queste sensazioni mi rallentano e mi disturbano molto perché mi fanno stare molto ansiosa. Cosa mi consigliate per ritornare alla normalità?Grazie anticipatamente.Premetto che la pressione sanguigna di solito la ho bassa mentre i battiti si aggirano intorno agli 80/88

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La frequenza che lei riferisce (80-88 bpm) e' perfettamente normale per una persona ansiosa.
Il nobistar (nebivololo) e' un beta bloccante e sicuramente le rallenta la frequenza, ma sinceramente dare un farmaco a 28 anni per una cretinata mi pare molto discutibile.

Si tranquillizzi..
Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille Dottore, sicuramente sarà una forma di autosuggestione la mia.Volevo chiederle se finito il periodo di due settimane posso smettere il nobistar....che tra l'altro le dico la verità il fatto di prenderlo mi agita ancora di più(a livello psicologico)'Grazie mille e buo lavoro.La sua risposta mi ha rassicurato molto.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La sospensione ed il modo di sospensione del beta bloccante va deciso dal cardiologo che glielo ha prescritto..

Un caro saluto

cecchini