Utente 422XXX
Buongiorno,
Ho 30 anni e volevo porre alla Vostra attenzione quanto segue. A seguito dell'interruzione di terapia con estro progestinico dal settembre 2015, ho cominciato a soffrire di algie pelviche, (già successo in passato) il ginecologo mi ha prescirtto per sospetta endometriosi oltre all'ovaio policistico di cui soffro dalla pubertà, una rmn all'addome superiore e inferiore senza MC, visto un problema autoimmune che mi aveva afflitto qualche anno fa, e per cui si era pensato ad una sarcoidosi poi regredita da sola, ma non c'è stata nessuna diagnosi in difinitiva. MI è stato fatto fare anche l'addome superiore a seguito di cattiva digestione, senso di pesantezza addome superiore sinistro e talora nausea.
L'esito della rmn è:
Il fegato, di dimensioni nei limiti della normalità, è privo di lesioni focali. La coleciste appare priva di difetti di riempimento endoluminali riferibili a calcoli. le vie biliari intra ed extra epatiche non sono dilatate e sono prive di difetti di riempimento riferibili a calcoli. Il dotto pancreatico principale è regolare per calibro e decorso. La milza, il pancreas, i reni e i surreni presentano normale aspetto RM. Le vie escretrici urinarie non sono dilatate. L'aorta addominale ha calibro regolare. La vescica presenta pareti regolari ed è priva di formazioni aggettanti endoluminali. L'utero presenta dimensioni regolari. Entrambe le ovaie, di dimensioni regolari, presentano nella compagine alcune formazioni liquide, compatibili con follicoli, la maggiore delle quali, a sinistra, del diametro massimo di circa 1.5 cm. Nello scavo pelvico non si riconoscono lesioni focali di iperintensità di segnale nelle sequenze T1 fat-sat suggestive per localizzazioni di endometriosi; in sede spleno-renale posteriore si segnala una formazione nodulare del diametro di circa 1 cm, caratterizzata da ipointensità di segnale nelle sequenze HASTE e netta iperintensità di segnale nelle sequenze T1 pesate per la presenza di prodotti della degradazione dell'emoglobina (localizzazione endometriosica? cisti emorragica?) A livello addominale non si riconoscono linfonodi di diametro superiore ai 15 mm. E' presente minimo versamento libero nel Douglas.
Dopo questo esame il mio curante ha chiesto consulto ad un urologo che mi ha detto che il caso non è di sua competenza ma parlando con il primario dell'ospedale della mia città ha consigliato di fare una Tac torace e addome superiore senza MC
Rispetto al precedente controllo, appare immodificata per dimensioni una formazione tenuemente iperdensa situata posteriormente alla milza con diametro massimo di 9mm di non univoca interpretazione. Tutto il resto è a posto. In ambito toracico non lesioni polmonari o pleuriche. Trachea e grossi bronchi pervi. Cavità caridache non dilatate. La mia dottoressa mi ha poi inviato da un ematologo, ma anche lei non sa più di tanto cosa dirmi, vorrei quindi chiedere a voi un parere, che cosa potrebbe essere? A chi potrei rivolgermi?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
non capisco perchè lei abbia fatto una RM senza il mezzo di contrasto che avrebbe potuto aggiungere informazioni molto utili sulla natura della neoformazione.
Credo che a questo punto sia da prendere in considerazione una PET/TC per valutare l'attività metabolica del nodulo e che la TC addominale avrebbe potuto risparmiarsela a favore di quella toracica che avrebbe dovuto effettuare con mdc.
Ne parli con il curante e faccia sapere se vuole.

Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Gentile dott.Caldarola,

Sono d'accordo con lei sul mezzo di contrasto ma i medici che ho interpellato hanno ritenuto di poter farne a meno tenendo conto del rapporto rischio/beneficio.
Ho fatto anche alcuni esami ematici tra cui creatinina, got, gpt, ggt, colesterolo totale, colesterolo hdl, trigliceridi, glucosio, emocromo con formula, tempo di protrombina, Aptt, Antitrombina III, proteina S coagulativa, Tsh, FT3, FT4, SHBG, Insulina, Omocisteina, Anti mitocondrio, Anti Dna, Anti Ena, Ace, Anti nucleo.
Tutti nella norma tranne:
Colesterolo totale 234
Colesterolo hdl 85
Globuli rossi 5.42
Emoglobina 16.1
SHBG 165
Insulina 4.6
Ace 60,3
Anti nucleo bassa positività con metodo granulare

La ringrazio moltissimo per il suo consiglio prezioso e parlerò con il mio curante, potrei eventualmente sapere se ha un sospetto diagnostico?

Grazie ancora e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
premettendo che non ha inserito i valori di range della normalità che cambiano per ogni laboratorio e dunque mi devo basare sui valori universalmente ritenuti normali;
- SGHB senza il contestuale dosaggio del testosterone non le serve a nulla ai fini diagnostici.
-L'insulina basale mi pare normale
-L'ACE non è particolarmente alto da giustificare un sospetto di sarcoidosi.
-Ha una lieve ipercolesterolemia ma in compenso un ottimo HDL
-Gli Anticorpi anti nucleo a bassa positività si riscontrano in un gran numero di persone perfettamente sane.
-La sua Hb è un pò alta per un donna ma se non vedo l'emocromo completo non posso esprimermi più di tanto. Inoltre se lei fumasse la Hb a 16 sarebbe più che giustificata.
-Il contrasto non comporta nessun rischio concreto: nè è nelle prerogative del radiologo decidere se somministrarlo oppure no.
Se la richiesta avesse riportato TC addome prima e dopo mdc il radiologo, previa valutazione della creatinina e di altri esami, avrebbe dovuto somministrarglielo.
E allora avrei potuto farmi una idea che adesso non ho anche perchè non posseggo il CD dell'esame da vedere.
Lo stesso vale per la TC polmonare che se richiesta con mdc avrebbe dovuta essere eseguita prima e dopo mdc.
Resto dell'idea che nel suo caso una PET/TC possa essere un esame molto utile per dirimere molti dubbi su quel nodulo.
Ne parli con il Curante e mi faccia sapere se vuole.
E suggerisca al curante di farle eseguire una protidemia totale con EFP che non mi risulta sia stata fatta e che è un esame semplicissimo e poco costoso che può essere tuttavia molto utile.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.


[#4] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio molto dott. Caldarola per il suo prezioso consulto, parlerò con il mio curante al più presto.


Cori ali saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
A presto dunque!

Cari saluti anche a lei!
Dott. Caldarola.