Utente 158XXX
Buongiorno,

Da qualche giorno ho notato un rigonfiamento sul palato in alto a dx. È molto duro, di circa mezzo cm e di colore rosato biancastro (ma non riesco a vederlo bene). Premesso che il penultimo molare in alto a dx mi sta dando un po’ fastidio da circa un anno. Un anno fa sono andata dal dentista che aveva visto tramite raggi x una piccola carie sotto una precedente otturazione. Mi aveva detto che se non mi faceva troppo male potevo lasciarlo così com’era.
Alla vista di quella pallina sono tornata dal dentista. Mi ha rifatto una lastra (piccola, solo a 3 denti in alto a dx) ma non ha visto nulla di anomalo. Il molare in questione però è un po’ dolente e ipersensibile al freddo. Mi ha prescritto una visita all’ospedale e, nel frattempo, ha deciso di provare ad aprire il dente e curare, eventualmente devitalizzare. Il problema è che mi ha detto che la visita all’ospedale potrebbe essere fissata in settimane se non mesi (sono in Inghilterra, e i tempi di attesa questi sono). Vedendomi molto preoccupata mi ha detto di stare tranquilla, che aveva lavorato per due anni in un reparto di oncologia orale e non aveva “una brutta faccia” perché non era rosso, o rosso e bianco, non sanguinava e il fatto che mi faccia male al tocco lo porta a pensare che sia causato dal dente, anche se dai raggi x non aveva visto nulla. Onestamente sono comunque preoccupata, volevo avere un altro parere. Se fosse il caso di tornare in Italia e provare ad avere un consulto medico più “rapido”?
PS: sono donna, 36 anni, non fumo.
[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la differenza di lingua in questo caso non porta vantaggi; In Italia curiamo qualunque carie specialmente quelle sotto un otturazione anche se non c'è sintomatologia.
Per fortuna ora il dente le vien curato, chiaramente ora dovrà aspettare il termine della cura, se il il tutto regredirà potrà attendere tranquillamente la visita ospedaliera; se non regredirà, sarà poi l'attuale dottoressa esperta di oncologia odontoiatrica ad anticiparle un eventuale appuntamento o procedere lei stessa ad accertamenti diagnostici specifici.
Stia tranquilla.
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto.
Veramente il dentista non ha parlato di possibilità di anticipare gli esami. Ha detto solo che se una volta curato il dente dovesse passare tutto potrei annullare la visita ospedaliera. Pero' mi preoccupa un po' che la pallina è un po' più verso il fondo, tanto che pensavo potesse essere legata al dente del giudizio.
Dimenticavo che ha tastato anche i linfonodi del collo,trovando anche quelli normali.
[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Bene, attendiamo il fine cura.
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Volevo dare un aggiornamento. Oggi il dentista ha aperto il dente, ma non ha visto il nervo esposto. Stando cosi' le cose non ha ritenuto opportuno devitalizzare: ha ripulito un po' il dente, mi ha messo una otturazione temporanea e ha detto che ci rivedremo fra 3 settimane. Nel frattempo, il rigonfiamento e' sempre li'. Ho chiesto a lui che lo vede meglio e mi ha detto che non ha nessun colore strano: e' dello stesso colore del mio palato. Secondo lui potrebbe essere una ciste, o la radice che e' in qualche modo infiammata dalla vecchia otturazione. Comunque, l'appuntamento dal chirurgo maxillo-facciale rimane, ma mi hanno detto che potrei aspettare fino a due mesi e mezzo prima di avere una visita. Secondo voi sarebbe opportuno provare ad andare per via privata quando saro' in Italia?
[#5] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Diciamo "cisti" che è più corretto, tutti gli odontoiatri in italia studiano la patologia orale ed è l'odontoiatra che si occupa di patologia orale che di norma fa diagnosi, poi il chirurgo maxillo se necessario può operare, soprattutto se la lesione si estende nelle zone di confine del cavo orale. Nel suo caso manca una figura, per cui programmare una visita con un odontoiatra dedicato alla patologia orale al suo prossimo rientro in Italia lo riterrei corretto.
[#6] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Dice che posso aspettare tranquilla fino al periodo di Natale (quando sarò in Italia) o prendo un biglietto prima?

La ringrazio molto per l'interesse.
[#7] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Natale è alle porte, chi la visitata fin ora non da importanza alla lesione, la visita maxillo andrebbe alle calende greche, visti questi punti direi che si può attendere.
[#8] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la storia che riferisce depone per una incompleta attenzione del dentista rispetto a diagnosi e cura.
Le suggerisco di richiedere un secondo parere presso un altro collega in grado di prendersi in carico sia una diagnosi che la relativa cura.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno.
Sembrava stesse migliorando e mi ero tranquillizzata, ma comunque rimane sempre lì. Alla fine credo anticiperò una visita da un altro specialista qui in Inghilterra. Ma nell'attesa, volevo chiedervi, cortesemente, un parere.
Da quando ho curato il dente ho notato che in pratica durante la notte il bozzo si sgonfia, e si sente solo una superficie più dura passandoci la lingua. Poi, durante il giorno, si rigonfia. Il dentista di cui sopra non riusciva a spiegarsi questa cosa, ma ho anche mostrato delle foto in cui si vede che, effettivamente, si gonfia e sgonfia. Secondo voi cosa potrebbe essere? Il fatto che, da quando sia comparso, a parte le variazioni notturne/diurne non sia cresciuto, dovrebbe mantenermi ragionevolmente tranquilla?
[#10] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
L'origine sembrerebbe dentale per cui non preoccupante, ma la solo la nuova visita èlo può confermare.
[#11] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
sono andata a farmi visitare. Questo altro medico ha notato che avevo anche una linea lungo la guancia al livello della masticazione. Ha anche notato che il rigonfiamento arriva sì al palato, ma parte attorno al dente. In pratica, secondo lui quel che sta succedendo è che da un anno mi sto "tormentando" quella zona, digrignando i denti, probabilmente anche durante la notte. Alla fine si è formata una callosità ossea in risposta alle continue stimolazioni. Mi ha prescritto un soft bite.
[#12] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
??? Quali accertamenti diagnostici affermano un digrignamento monolaterale? Di buono c'è che anche questo professionista non ha notato nulla di di preoccupante.
[#13] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
L'osservazione della bocca, in particolare la linea sulla guancia. La storia che ho raccontato, e i raggi x che ho fatto. Dice che non e' sufficiente, che mi devo preoccupare? Cos'altro potrebbe essere?
[#14] dopo  
Dr. Diego Ruffoni
28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
La linea alba non è presente dal lato opposto? Le RX valutano i tessuti duri, i tessuti muscolari si valutano con altri accertamenti.
Escluderei qualcosa di preoccupante dopo essere stata visitata da tutti questi professionisti, ma attenderei una prossima visita in Italia, dopotutto il periodo di Natale è agli sgoccioli e non sono 15 giorni che cambiano.
[#15] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Sì, è solo da un lato. Mi ha detto esplicitamente che per quello che ha visto non ritiene opportuno fare altri tipi di esami...
[#16] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Aggiungo che ho anche chiesto se poteva essere qualcosa alle ghiandole salivari minori ma lo ha escluso.
[#17] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la sintomatologia e la descrizione depongono per una probabile natura dentistica del suo problema.
Il secondo dentista, mi consenta la battuta, è un creativo, ma decisamente fuori tema, avendo dato una interpretazione che nulla ha a che vedere col suo problema.
Può attendere il ritorno in Italia a questo punto, semmai verifichi di avere a portata degli antibiotici nel caso di una riacutizzazione.
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per i suggerimenti. Quindi voi pensate che potrebbe essere un ascesso, anche se posto più vicino al dente dietro rispetto a quello che mi fa male?