Utente 233XXX
Lupus o lichen pilare?
Buongiorno, ho 54 anni e ho sempre avuto una folta capigliatura riccia, un paio di mesi fa ho notato, facendomi la tinta da sola che si vedeva il cuoio capelluto. Guardando meglio mi hanno detto che ho una vasta zona circolare dove i capelli sono decimati.
Ho contattato immediatamente un centro tricologico che mi ha diagnosticato un'alopecia cicatriziale proponendomi una cura del costo di 3500 € e pretendendo inoltre una decisione immediata.
Mi sono rivolta ad un altro medico privato che ha richiesto gli esami per le malattie autoimmuni e gli esami per la tiroide. Tutto negativo e nella norma, anche gli altri esami del sangue sono regolarissimi.
Mi chiedo: Se non è una malattia autoimmune può essere ugualmente lupus o lichen plano pilare?
C'è la possibilità di fermare questa malattia anche se non mi ricresceranno più i capelli caduti?
Ora sono in attesa di una biopsia del cuoio capelluto e non sto usando farmaci, non perdo i capelli ma ho un notevole prurito.
Posso sembrare superficiale, ma i capelli sono una delle poche cose belle che ho, e la cosa mi dispiace molto.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Vedo che nel suo caso entrano in gioco 3 possibili patologie. Alopecia areata (non cicatriziale ) ,led,e lichen follicolare.
Un medico dermatologo esperto in tricologia , branca della dermatologia, già dalla osservazione in videodermatoscopia avrebbe già potuto e dovuto fare una prima diagnosi di scrematura , giacché gli aspetti morfologici sono diversissimi, ed effettuare una biopsia , a conferma in un secondo tempo.
Nonè comune , salvo casi eccezionali,confondere una alopecia areata con un lichen follicolare e tanto meno con un lupus , quindi per un percorso di chiarezza meglio affidarsi a un professionista esperto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno, il primo centro tricologico al quale mi sono rivolta mi ha controllato il cuoio capelluto con una specie di mouse (scusi il paragone) mi ha diagnosticato un'alopecia cicatriziale ma siccome non ho accettato di firmare immediatamente un contratto che mi sarebbe costato 3500 € non mi ha dato alcun risultato scritto.
La seconda dermatologa privata, che mi ha consigliato la biopsia che lei in ambulatorio non era possibilitata a fare mi ha scritto la seguente diagnosi:
Alopecia cicatriziale al cuoio capelluto, trattata con diprosone per 12 gg.
Ad oggi (una decina di giorni dopo il medicinale) non si osserva eritema, lieve desquamazione perifollicolare. Consiglio biopsia per esame istologico ed IF diretta. (led, lichen pilare?)
Consiglio prelievo per ANA, ENA AC ANTI DS DNA.
Gli esiti di questi esami sono :
-ac anTI DNA <10 NEGATIVO
ENA 0.2 NEGATIVO
ANA 0.2 NEGATIVO

Con questi dati può darmi qualche informazione aggiuntiva?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
P.S. Il diprosone l'ho usato dietro consiglio della farmacista per contrastare il prurito.
Mi chiedo, pur essendo negativi i test per le malattie autoimmuni potrei avere il lichel pilare o è una malattia autoimmune? Stesso discorso per il lupus eritematoso, è una malattia autoimmune?
Oppure si può scoprire solo dalla biopsia del cuoio capelluto?
Grazie
[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
La questione è più complessa. Naturalmente nel sospetto di lupus si deve effettuare una diagnostica differenziale tra LES e LED, ma poi l'istologico e la immunofluorescenza diretta sono determinanti. Certamente anche la diagnosi del lichen follicolare é in buona parte istologica , e non sempre dirimente.
In parole povere :deve fare ovviamente la diagnostica sierologica , che ha in parte effettuata e che è tranquillizzante rispetto ad una forma sistemica , ma la biopsia con if, e la attenta lettura istopatologica sarà importante , e da collegare alla clinica.
Cordialità Dott.G.Griselli