Utente 435XXX

Salve, Sono un ragazzo di 20 anni e un anno e mezzo fa ho asportato un melanoma all'elice con spessore di Breslow 0.5 mm. Il mio dermatologo mi ha fortemente rassicurato dicendo che avendo anche margini di escissione liberi con l'asportazione dovrei aver risolto il problema e l'ipotesi di una recidiva é molto remota. Come follow up eseguo ogni sei mesi visita dermatologica e ecografia dei linfonodi. Fino ad ora tutto i controlli sono stati tranquilli, oggi ho eseguito l'ecografia dei linfonodi e a livello sovraclaveare é stato visto un linfonodo di 9mm che a detta del radiologo é assolutamente reattivo e non preoccupante. Ho letto su internet che i linfonodi sovraclaveare ingrossati spesso sono correlati a patologie neoplastiche e nonostante le rassicurazioni del radiologo sono in ansia e vorrei un Vostro parere. Dovrei approfondire lo studio di quel linfonodo o le dimensioni e la natura ecografica reattiva possono bastare per escludere eventuali patologie neoplastiche come mi é stato detto dal medico che ha effettuato l'ecografia? Aggiungo che altri linfonodi subcentimetrici erano presenti nella regione laterocervicale ma tutti reattivi e non preoccupanti a detta del radiologo e probabilmente riferibili al fatto che fino a pochi giorni fa ho avuto una forte tosse produttiva. Posso stare tranquillo?

[#1] dopo  
Dr.ssa Veronica Barra
24% attività
0% attualità
0% socialità
TIVOLI (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
buon pomeriggio,
i linfonodi reattivi non sono spia di patologie o ripresa di malattia.
L'esame ecografico è in grado di distinguere tra linfonodo sano e patologico; quest'ultimo ha, infatti, una struttura anatomica completamente sovvertita e l'esame ecografico, come dice anche il collega, è in grado di fare questa diagnosi differenziale.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille dottoressa per la gentile risposta, purtroppo in questi casi l'ansia prende spesso il sopravvento.
[#3] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Salve dottoressa,
Mi scuso se ritorno su questo post ma volevo chiederle se fosse normale che io continuo a palpare in regione laterocervicale un linfonodo da circa due mesi.
All'ecografia (ne ho fatte due a distanza di un mese) risultava un linfonodo reattivo di 7mm per cui il radiologo mi ha detto che è innocuo ed ero abbastanza tranquillo, quello che ora mi preoccupa un po' é che in due mesi il linfonodo non si sia sgonfiato anche se é sempre delle stesse dimensioni (abbastanza piccolo) liscio e mobile.
É normale che un linfonodo reattivo impieghi più di due mesi a scomparire o é il caso di fare altre indagini oltre all'ecografia?