hpv  
 
Utente 319XXX
Buongiorno dottori
Vorrei un informazione. In pratica attorno l'avo mi sono apparsi tre piccoli brufoli,ma da una visita dermatologica mi hanno detto che sono dei candilomi genitali di origine virale (Papilloma Hpv) e che devo rimuoverli tramite asportazione diatermo (se così si chiama) ..ma cosa comporta avere questi candilomi? C'è li ho da un mesetto ,ma per lavoro ho dovuto rimandare..sono cose preoccupanti? Anche se non ho idea come li ho
Contratti,posso dire che lavoro in un ambiente condiviso con tanta gente..ho un po' di ansia...oltre la visita dermatologica dovrei fare altri esami? Tipo del sangue o altro? anche perché leggendo su internet non capisco se sono cose gravi o no...grazie per le risposte.. distinti saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
16% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina i condilomi anali sono una malattia a trasmissione sessuale indotta dal papilloma virus. Devono essere asportati e fatti esaminare istologicamente per capire da quale ceppo vìrale di HPV si è stati contagiati. Essendo una malattia a trasmissione sessuale è necessario che il suo partner si faccia visitare e dovrebbe evitare contatti sessuali non protetti da preservativo. La diatermo coagulazione è una procedura di asportazione del condiloma con un bisturi a caldo in anestesia locale (senza ricovero). Però è necessario fare una diagnosi precisa, fare un trattamento adeguato delle lesioni, effettuare sempre la tipizzazione virale e l’esame istologico e poi seguire l’evoluzione nel tempo in quanto le recidive sono frequenti anche dopo trattamenti corretti. In caso di infezione da HPV anale è necessario controllare il partner sessuale e mettere in atto precauzioni igienico-comportamentali per evitare le reinfezioni reciproche. Se il virus HPV è ad alto rischio, dopo il trattamento, occorrerebbe ripetere negli anni periodici controlli proctologici anche con effettuazione di esami citologici e/o biopsie mucose per diagnosticare precocemente eventuale insorgenza di displasia.
Cari saluti
Gerunda
[#2] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore della risposta Comunque ho dimenticato di dire che sono un RAGAZZO di 26 anni...quindi appena il dermatologo mi ha visitato mi ha detto che sono dei candilomi virali e che devo asportarli...mi causa problemi nell'andare a lavoro oppure camminare? Visto la zona particolare in cui mi sono apparsi. La prassi nell'uomo cambia? Visto che il pap test non possiamo farlo...cioè una volta tolti sono guarito? E per quanto riguarda i rapporti sessuali posso riprendere oppure rischio sempre di infettare la ragazza? Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
16% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signore nell'uomo non esiste un test come nella donna per identificare il germe. Negli omosessuali si consiglia il pap test anale, ma mi sembra che non sia il suo caso. Non è necessario sospendere l'attività sessuale con la sua partner, ma la ragazza deve sottoporsi al test per vedere se ha contratto il virus HPV. Il virus viene trasmesso facilmente tra partner sessuali. Una volta che un certo tipo del virus è stato trasmesso, il rischio di un effetto "ping-pong", nel quale lei e la sua partner continuate a reinfettarvi con lo stesso tipo di HPV è basso (in altri termini, non c'è bisogno di preoccuparsi di trasmettersi ripetutamente lo stesso tipo del virus HPV). Invece se ha rapporti sessuali con partner diverse, può trasmettere quei tipi di HPV che sono "attivi" nel suo organismo e viceversa. Ricordi che l'HPV non significa che lei o la sua partner siate stati infedeli. L'HPV può rimanere "latente" per molti anni prima di essere rilevato da un test. La sua partner potrebbe avere il virus HPV da lungo tempo e non vi è modo di sapere quando e da chi l'ha preso.
Tuttavia, puoi ridurre al minimo i rischi per lei e la sua partner:
Limitando il numero delle sue partner e scegliendo partner che si comportino allo stesso modo.
Usando il preservativo, se non ha una relazione a lungo termine reciprocamente monogama. [Il preservativo protegge dalla maggior parte delle infezioni sessualmente trasmissibili, compreso l'HPV. Tuttavia, esso non offre una protezione totale contro l'HPV, poiché non copre tutti i genitali].
Evitando il contatto sessuale con una nuova partner quando sono visibili condilomi.
Sollecitando la partner a sottoporsi regolarmente ad un Pap test e (se lei ha già compiuto i 30 anni di età) anche ad un test HPV.
Cari saluti
Gerunda
[#4] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Ok grazie mille dottore,e se volessi fare ugualmente il pap test anale non me lo fanno fare? ma è una cosa grave questo hpv? Cioè io domani ho un'altra visita dal dermatologo ,possono togliermeli anche in giornata??? Comporta giorni di riposo dopo la rimozione? Debbo fare anche analisi del sangue o altri tipi di analisi?
Grazie dott sono un po' in ansia..
[#5] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
16% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signore per il pap test anale ne parli con il suo dermatologo che la saprà dare le indicazioni dovute. Si possono togliere anche in giornata, dopo l'intervento a seconda della grandezza dell'area asportata potrà avere disturbi tipo bruciore e quando si siede per circa 2-3 giorni, poi solo un fastidio. Non c'è bisogno di giorni di malattia. Comunque con la tachipirina i disturbi dovrebbero passare.
Cari saluti
Gerunda