Utente 906XXX
Gentili medici.
Sono una paziente di 48 anni. Pochi gg fa mi recavo da un chirugo maxillo-facciale, in seguito al riscontro di piccola escrescenza della mucosa sublinguale dx. Solo sulla scorta di un esame radiografico del pavimento linguale, peraltro risultata negativa,e di un esame obiettivo il chirurgo decideva di sottopormi ad intervento chirurgico per asportazione di calcolo "trasparente" del dotto di Warthon. Nell'operararmi in anestesia locale, il chirurgo non trovava il calcolo e mi sottoponeva direttamente a scialectomnia sublinguale dx, perchè la ghiandola,a suo dire e era ingrossata e dretta, a mio dire sfracellata dalla estenuante ricerca di un calcolo inesistente! In attesa dei risultati dell'esame istologico, volevo chiedervi cosa fare per attenuare un grosso rigonfiamento linfonodale in regione sottomandibolare, che però mi è comparso subito dopo l'intervento e si è accentuato circa 7 giorni dopo, verosimilmente dopo la reintroduzione di cibi di maggiore consistenza. E'grande abbastanza da rendermi difficle la masticazione e la deglutizione. E' un effetto normale o no??Ho praticato terapia con bentelan per 6 giorni e da subito dopo l'intervento sto assumendo Rocefin i.m. e NEMESULIDE al bisogno, senza grossi risultati. Mi chiedo se potrò presto tornare a stare bene, visto che prima dell'intervento non avevo alcun fastidio??grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
è difficile poterLe fornire un parere senza un esame clinico, ed eventuale documentazione strumentale (es. ecografica).
Le consiglio di ritornare dal chirurgo che ha effettuato l'intervento, e che senza dubbio La potrà seguire o consigliare.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 906XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Miotti, sono ritornata, come Lei mi ha consigliato, dal mio chirurgo, il quale mi ha detto che quel gonfiore era della ghiandola sottomandibolare, infiammata e anche congesta per la presenza di un punto nel dotto di warthon che ostruiva l'efflusso di saliva.
Dopo che mi ha tolto i punti, visto che il problema non si risolveva, sono ritornata da lui, il quale con un aghetto ha cercato di dilatare il warthon. purtroppo ancora niente. il fatto è che la ghiandola continua a gonfiarsi soprattutto quando mangio e rientra appena finisco. come mai?? si risolverà mai tutto questo?? sono veramente preoccupata. La ringrazio in anticipo se avrà la cortesia di rispondermi ancora.
[#3] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gentile Signora,
la sintomatologia da lei riferita può essere inquadrata in una "colica salivare" dovuta al fatto che la saliva prodotta in grande quantità durante il pasto, non riesce a fuoriuscire a causa di un'ostruzione del dotto. Le consiglio di recarsi da unao specialista chirurgo maxillo-facciale od otorinilaringoiatra per una approfondita rivalutazione.
[#4] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.ma Sig.ra,
come Le avevo segnalato è opportuna una valutazione clinica, completa di documentazione strumentale (es. ecografico).
Qualora, effettivamente, il chirurgo non fosse un chirurgo maxillo-facciale o otorinolaringoiatra, Le consiglio di visitare il sito www.sicmf.org.
Cordialmente

Dott. Antonio Maria Miotti
[#5] dopo  
Utente 906XXX

Iscritto dal 2008
allora oggi il chirurgo ha riaperto il warthon (non senza difficoltà, perchè il dotto era del tutto circondato da un manicotto di fibrosi ed occupava, per altro, una posizione molto profonda) e ne è uscita saliva e pus. pare che la ghiandola sottomandibolare abbia cominciato a drenare ma per ora è ancora ingrossata e dura. il medico mi ha prescritto ceftriaxone intramuscolo x 2volte/giorno e bentelan 1mg x2/die. Sarà sufficiente per unaa ghiandola suppurata?? Vi prego rispondetemi, non ce la facccio più. Per caso sapete indicarmi qualche centro in Campania dove operi qualcuno che ne capisca davvero qualcosa di queste ghiandole salivari?? sono davvero stanca. temo sarà necessaria anche la scialectomia sottomandibolare. Ringrazio di cuore chi avrà la gentilezza di rispondermi.