Utente 346XXX
Salve dottori, vorrei chiedervi un parere sulla mia situazione attuale. Ho dismesso la finasteride circa due anni fà e coincidemente ad essa ho iniziato ad avvertire sintomi come stanchezza, calo libidico, fascicolazioni, insonnia, nausea, pressione bassa, digestione molto difficoltosa, perdita di peso, sviluppo di intolleranza mai avute, labbra cronicamente secche, risvegli continui notturni senza un apparente motivo e insonnia, dispnea, debolezza e malessere generale. Dopo aver chiarito sulla base delle conoscenze scientifiche attuali con visite ed esami, che il mio sistema endocrinologico e sessuale funziona "regolarmente", ho cercato di andare a fondo del problema e con specialisti del settore ho diretto l'indagine su di un'eventuale infezione virale, visto che alcuni sintomi inducevano a pensarlo. A Febbraio 2015 gli anticorpali dell'EBV denotavano un'infezione pregressa, ma le igm erano negative. A Ottobre 2016 sia igg che igm (VCA) erano positive, unite ad una positività del HSV hanno fatto pensare al mio dottore ad una "sindrome post-virale" con ebv recidivo con compromissione del sistema immunitario e autoimmunità. Dopo aver fatto una cura con Valaciclovir 3000mg/die x 7gg e di pigitil x 3 mesi, ho rifatto gli esami: HSV e sistema immunitario si erano ristabiliti: il primo si era "disattivato" il secondo rilevava linfociti regolari, tramite tipizzazione. L'EBV rimaneva invece attivo sia come igg che come igm. Quindi altra terapia a base di Valaciclovir x 3 mesi a 1000/die. Molti dei sintomi sopra-elencati sono diminuiti come intensità, ma non accennano a scomparire, nemmeno uno.
Ad Aprile sono 5 mesi di terapia (stop di 3 mesi di anti virale dopo i primi 7gg e mesi alterni di pigitil. I sintomi tipici dell'EBV come spossatezza, fascicolazioni sono ancora presenti, seppur, ripeto con minore intensità. L'unico sintomo ristabilito è la continua perdita di peso consecutiva di due anni, che invece ha iniziato dapprima a stabilizzarsi e poi lentamente a risalire dopo aver iniziato la cura.

Quello che vorrei domandarvi è normale che sia così lungo da trattare questo virus?
La secchezza labiale, sintomo tipico del HSV, è normale che continui a persistere senza alcun miglioramento nonostante l'infezione non sia più in atto?
Come posso capire se la cura stà effettivamente avendo effetto escludendo il monitoraggio dei sintomi e capire se prima o poi guarirò completamente o se invece parte dei sintomi sono eredità della finasteride?
Grazie, saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
lei il 04/11/2016 ha già postato il medesimo quesito, con evidente intento polemico.
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/541059-virus_ebv_hsv.html
Le è stato risposto quello che pensavo e che non differisce da quello che penso.
Già uno che non essendo medico "pilota" una terapia mi manda in bestia.
Lei sembra un guru della Infettivologia e della immunologia che si affida, per sua ammissione, a grandi immunologi.
Continui a prendere Valciclovir che le farà nulla, ma non chieda pareri clinici.
Oppure posti in ematologia il suo consulto.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.