Utente 296XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 28 anni e da circa un anno soffro di un fastidioso disturbo visivo che, in particolare, mi impedisce di fare sport normalmente.
Passo molto tempo davanti al pc da molti anni e non vedo piu bene da lontano.
Giocando a calcio, faccio fatica a seguire i movimenti del pallone e vedo tutto molto sfocato, potendo soltanto intuire ciò che mi accade intorno.
In alcuni momenti, soprattutto con la palla tra i piedi, non riesco piu a capire esattamente dove si trova (tralasciando le personali doti sportive, scusate la batttuta).
Ovviamente se scrivo qui è perchè si tratta di una nuova condizione sorta, ripeto, da circa un anno.
Ho svolto una visita ortottica e il medico mi ha riscontrato una defezione di solo 0.25 gradi da lontano.
Spiegati i miei sintomi, il medico mi ha diagnosticato una difficolta di accomodamento, con un calo della percezione periferica durante l'attività sportiva.
Per alcuni mesi mi ha fatto svolgere esercizi con palline e strumenti ottici per provare a sbloccare la situazione ma i miglioramenti sono stati impercettibili.
Cambiando medico, mi sono state prescritte delle gocce di integratori abbinati a delle pasticche dello stesso integratore.
Inoltre mi ha consigliato di provare a giocare con delle lenti da 0,5 gradi ma con mia sopresa la situazione non è migliorata.
In particolare, appena indossate riesco a vedere normalmente ma con il passare dei minuti dall'inizio della partita, la distanza fino a cui riesco a mettere a fuoco diminuisce rapidamente, arrivando a quasi come se non le portassi.
Ho provato, autonomamente, con le lenti da 0.75 ma mettevo troppo a fuoco da vicino.
La cosa che mi sembra piu strana è che se strofino le mani sugli occhi, sia con le lenti che senza, per qualche secondo riesco a vedere meglio, e poi torna l'appannamento.
Il secondo medico mi ha detto che gli esercizi, in età adulta, servono a poco.
Inoltre mi ha detto che, ovviamente, i disturbi di vista e di percezione non sono dovuti allo 0.25 quanto proprio alla difficolta di accomodamento e capendo anche lui che fare sport in questo modo è veramente difficile. Ha aggiunto che il mio sistema visivo si è irrigidito e bisogna provare a sbloccarlo con l'aiuto degli integratori.
Tutto questo peggiora la sera con le luci artificiali.
Mi ha controllato il cristallino, la reazione delle pupille alla luce ed il fondo oculare, risultando tutto ok.
Per un periodo, ho dovuto svolgere un lavoro in cui dovevo scorrere per diverse ore, continuamente, delle immagini sullo schermo del pc e, quando finivo, sentivo gli occhi stanchi, i nervi ottici doloranti e molte volte anche mal di testa.
Poco tempo dopo ho iniziato a soffrire di questi disturbi.
Vorrei sapere da voi quali rimedi dovrei adottare, perchè è diventato praticamente impossibile giocare.
Saluti e grazie anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
astenopia accomodativa?

danni da luce blu?

computer vision syndrome?


per me ha tutte e 3 le cose

per piacere legga attentamete gli articoli che ho scritto su MEDICITALIA su questi argomenti

buona giornata

LUIGI MARINO
Direttore Istituto Europeo Occhio secco

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.

I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione.

Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online