Utente 444XXX
Salve,

proprio due giorni fà, a seguito di un normale controllo della vista, mi è stato diagnosticato il cheracotono. Il dottore è rimasto subito insospettito dal fatto che il mio astigmatismo fosse asimmetrico, il che lo ha portato a supporre che si trattasse di questa patologia. La successiva topografia ha confermato il tutto. C'è da dire che io avevo un astigmatismo stabile di 1,25 diottrie da 7 anni a questa parte, corretto senza problemi con gli occhiali. L'ultima visita ha evidenziato un peggioramento del'astigmatismo portandolo a 1,5 diottrie. Purtroppo si tratta di un astigmatismo irregolare causato proprio da cheratocono all'occhio destro. Il dottore mi ha consigliato di monitorarlo una volta l'anno dal momento che a 32 anni crede che la situazione sia ormai stabile. Il mio dubbio è che così facendo rischio di perdere del tempo prezioso per cercare di arrestarne il progresso mediante il cross linking, perchè seppur stabile nessuno può garantire che il suo progresso sia bloccato. Quindi, data la facilità e la celerità dell'intervento, io sarei propenso di irrobustire la cornea magari con qualche vantaggio anche in termini di miglioramento del visus. Dispongo anche della topografia in formato elettronico, magari posso inviarla privatamente per avere subito chiara la mia situazione. Dall'esame, si evince chiaramente il rosso del cono in basso, con spessore della cornea che arriva nel punto più sottile a 486 micron. Anche l'occhio sinitro ha un accenno di sfiancamento della cornea nello stesso punto ma è molto ridotto, e per questo non ho nessun astigmatismo associato.
In tutto questo, cosa mi consigliate di fare?

Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
è provato che il cheratocono subisce un aumento durante i 16-20 anni per poi arrestarsi intorno ai 28-30, lei sicuramente è in fase stazionaria.
diciamo che per poter procedere ad un crosslinking in ogni caso dovrebbe essere provato un peggioramento del cono dopo 3-6 mesi.
dunque l'unica cosa da fare è attendere qualche mese e ripetere una topografia.
[#2] dopo  
Utente 444XXX

Iscritto dal 2017
Salve Dottore, la ringrazio molto per la risposta. Quindi non è indicato aspettare un anno come mi è stato detto, 6 mesi credo siano sufficienti per avere una comparazione con la topografia attuale. Dispongo anche della versione elettronica di quest'ultima qualora volesse vederla direttamente. Vorrei ruscire a capire lo stadio del cheratocono a partire dagli indici esposti ma non riesco a capire molto.
[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
certamente può inviarmela.
l'altro giorno ho visitato un ragazzo di 24, dopo un mese il cheratocono era peggiorato.
6 mesi direi che bastano per verificare un peggioramento.
[#4] dopo  
Utente 444XXX

Iscritto dal 2017
dove posso mandargliela?
[#5] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
in basso ci sono i miei contatti del sito e poi la mail dal sito
[#6] dopo  
Utente 444XXX

Iscritto dal 2017
Grazie infinite
[#7] dopo  
Utente 444XXX

Iscritto dal 2017
Le ho inviato una mail con la topografia, grazie ancora.