Utente 116XXX
..da ormai diversi mesi ho sul glande dei piccolissimi puntini rossi, che tendono praticamente a passare inosservati, tranne quando, periodicamente, determinano un generale arrossamento di tutta la parte con conseguente bruciore e spellatura.. dopo aver aspettato inutilmente che il fenomeno si risolvesse naturalmente ho provato con del Canesten che avevo in casa.. dopodiche' mi sono rivolto, via mail, a un urologo di fiducia, che mi ha operato di varicocele, il quale mi ha consigliato un tampone uretrale i cui risultati riporto qui:

Ricerca miceti - coltura micoplasmi = negativo
Coltura tampone uretrale = nessuno sviluppo

Ricerca chlamydia = negativa

Striscio uretrale = numerose cellule
di sfaldamento
= singole colonie di
cocchi e diplococchi
gram-positivi
= assenza polimorfonucleati

..a questo punto mi è stato prescritto Bactrim forte per 15 giorni poi estesi a 20.. senza nessun risultato.. inutili anche gli impacchi con acqua borica.. mi è stato detto che probabilmente si tratta di stress ma dopo 5 mesi la situazione rimane inalterata.. ora sto per rivolgermi a un dermatologo, dietro consiglio della mia dottoressa, alla ricerca di uno sviluppo micotico.. voi cos'altro mi consigliate di fare..?..grazie..

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
la descrizione dello striscio uretrale, secondo il mio parere, e del tutto compatibile con una diagnosi di una uretrite gonococcica, probabilmente si tratta di gonorrea; è altresì probabile anche una sovrapposizione da Chlamidia tracomatis viste le numerose cellule di sfaldamento, che di solito si associa a questo tipo di patologie.
Intendo ribadire che la mia ipotesi, in questa veste telematica non può e non deve rivestire nessun determinismo diagnostico il qual deve per forza trovare riscontri in sede di visita specialista venereologica e diagnosi strumentale; la micosi è l'ultimo problema in questa fase.
Pertanto non esiti a recarsi assieme all'eventuale partner da un Dermato-venereologo per la trattazione del suo caso e nel frattempo il consiglio è quello di utilizzare dispositivi profilattici; se seguirà questi consigli riuscirà a ristabilire tranquillamente lo stato di salute.
Cari Saluti.
Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, Roma
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Errata Corrige:
nella lettura della descrizione dello striscio non avevo evidenziato le ultime due righe "gram positivo" e "assenza di polimorfonucleati" : in questo caso la diagnosi di Gonorrea non troverebbe conferma. i diplococchi della gonorea non sono gram positivi e di solito vengono repertati proprio all'interno dei polimorfonucleati. pertanto ribadisco il concetto di procedere con una nuova visita ed uno striscio, da effettuarsi una decina di giorni dopo la sospensione del farmaco antibiotico.
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2006
..grazie per la risposta..dunque..non è gonorrea (a quanto pare).. non dovrebbe essere nemmeno chlamydia (dal basso della mia ignoranza leggo "Ricerca chlamydia = negativa").. a giorni vedro' un dermatologo.. di ripetere lo striscio mi era stato proposto anche dall' urologo ma, mi chiedo, a che fine, visto che 20 giorni di antibiotici non hanno avuto nessun effetto.. per caso uno spermiogramma puo' essere utile..?..in questi mesi ho avuto anche rapporti non protetti e non sembra che io abbia trasmesso niente alla mia patner..