Utente 449XXX
Buongiorno,
sono una donna di 31 anni. A seguito di una forte e persistente cefalea mi è stata prescritta amisulpride. ne assumevo circa 5mg al giorno. Dopo 10 mesi di assunzione ho riscontrato su di me effetti collaterali quali aumento della prolattina, amenorrea e aumento di peso. In seguito al delinearsi di questo quadro ho deciso di sospendere l'assunzione di tale farmaco. Vorrei sapere quanto tempo ci metterà il mio corpo a smaltire la presenza del farmaco e a vedere una retrocessione degli effetti collaterali. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve.
Se la iperprolattinenia è legata esclusivamente alla Amisulpride, che essendo un antidopaminergico della classe delle Benzamidi Sostituite è notoriamente correlato alla iperprolattinemia, la interruzione del trattamento dovrebbe essere seguita da un progressivo calo della prolattina nel giro di mesi.
Il suo prescrittore di Amisulpride sa bene ogni quanto dovrà effettuare le curve prolattinemiche per verificare soprattutto che il trend sia in discesa.
Se la prolattina rimanesse invece a livelli alti o altissimi, sarà necessario escludere patologie dell'Ipofisi, come un adenoma o un microadenoma prolattina secernente, mediante una RM che sicuramente chi la segue non mancherà di consigliarle.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.