gamba  
 
Utente 422XXX
Buongiorno,
Sono una signora di 30 anni. Il 15 aprile mi sono svegliata con un ponfo quasi all'altezza della caviglia destra, la zona era più arrossata intorno e più sbiadita al centro, prudeva e faceva male al tatto. Inoltre avevo anche algie e dolore mentre camminavo. Ho messo del polaramin pensando che fosse stato un ragnetto. Dopo due giorni il dolore è scemato e camminavo normalmente. Tuttora però non so se sia un caso ma ho la sensazione di avere la gamba strana, soprattutto dal ginocchio in giù, a tratti insensibile anche se reamente non è così, inoltre ho spesso dolori simili a crampi e dolorabiltà al tatto.
Che cosa devo fare?
La mia ipocondria mi ha anche portato a pensare di essere stata morsa da un pipistrello, che ha superato piumone, lenzuolo e pigiama e quindi adesso sono terrorizzata all'idea di aver contratto la rabbia.Se così fosse avrei dovuto vedere un taglio e del sangue giusto?
Spero di ricevere presto una risposta.
Ringrazio anticipatamente.
Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
se vive in Italia, non all'estero, non abbiamo pipistrelli ematofagi ma solo specie insettivore, utilissime all'ambiente e protette dalla legge, che in una notte di caccia sono capaci di mangiare fino a 2.000 zanzare.
A Saronno/Tradate hanno appeso agli alberi le apposite cassettine per risolvere il problema zanzare in modo ecologico.
Quindi che il pipistrello dovesse accanirsi contro le sue coperte per raggiungere la sua gamba e morderla è pura fantasia.
Per il resto non posso verificare se i sintomi che riferisce alla sua gamba siano reali o frutto di suggestione: inizi a farsi vedere dal curante. Per via telemativa si può fare poco.
Faccia sapere se vorrà.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dott. Caldarola,
Da un punto di vista razionale so che non può essere ma purtroppo l'ipocondria mi sta giocando brutti scherzi in questo periodo.
Lei quindi mi dice che posso stare assolutamente tranquilla di non aver contratto la rabbia?
Secondo lei che tipo di insetto potrebbe avermi morso, è possibile un ragno o una cimice da letto? Se mi avesse inoculato come per esempio il ragno una piccola dose di veleno si rischia qualcosa?
Grazie ancora e buona giornata!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
non abbiamo ragni mortali o tossici in Italia tranne il Latrodectus Trececimguttatus o Vedova nera Europea, che difficilmente si trova nelle case e che ha un veleno neurotossico, per il quale esiste un antidoto, tuttavia non letale.
I sintomi si manifestano entro due giorni.
Mi pare che dopo 15 gg possa chiudere questa vicenda o se la sua ansia continua, affidarsi ad uno psichiatra per curarla.
Cari saluti,
Dott.Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera dott. Caldarola,
Sono di nuovo qua a scriverle:
Premetto che sono in cura da uno psicoterapeuta per gestire la mia ansia, però vorrei avere ancora da lei qualche chiarimento.
Qualche tempo fa mi sono trovata sia sul braccio sinistro che su quello destro due taglietti che non mi spiego come me li sono procurati, in questo periodo sono ossessionata dalla paura di aver contratto da qualche parte la rabbia, se fosse entrato un pipistrello e mi avesse graffiato, è una cosa possibile? Mi ha spiegato già perfettamente che qui in Italia, non esistono pipistrelli vampiri ma solo insettivori ma l'ansia è tanta.
E poi vorrei chiederle una cosa che è successa ed è veritiera. I pipistrelli hanno fatto il nido sul terrazzo di un appartamento al terzo piano di mia madre. Lei inavvertitamente ha toccato con le mani le escrezioni dei pipistrelli e quindi volevo chiederle se correva qualche rischio a riguardo visto che le sue mani, da casalinga, hanno sempre qualche taglietto. Inoltre non sapendo cos'era perchè non vede molto bene, ha pensato di annusare il guano. Corre qualche rischio?


Grazie ancora per la sua disponibilità e gentilezza. Chiedo ancora venia se i miei quesiti sono piuttosti atipici e strani dovuti probabilmente a problemi emotivi e psicologici ancora da risolvere.

Buona serata
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
ho come la vaga sensazione che la psicoterapia non stia sortendo, almeno al momento risultati concreti.
Forse consultare uno Psichiatra per ottenere una terapia farmacologica potrebbe rendere il percorso psicoterapeutico più fruttuoso.
Ciò premesso: non capisco perchè un eventuale pipistrello avrebbe dovuto entrare in casa e venire a inciderle sia il braccio sn che il dx!
Guardi che ciò, e lo dico nel suo interesse, è espressione di una grave sindrome ossessivo - fobica che necessita di farmaci.
In quanto al guano dei chirotteri, lo può usare tranquillamente come ottimo concime per le piante in vaso: la manipolazione che ne ha fatto sua madre non la espone ad alcun pericolo.
Pensi che negli alloggiamenti delle mie zanzariere c'è un nido di pipistrello per ognuna zanzariera e devo pulire il guano ogni due giorni.
Lo faccio da anni e putroppo per qualcuno e per fortuna per me e per quelli che mi sono amici davvero, non sono ancora morto.
Saluti cordiali,
Dott. Caldarola.
[#6] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dott. Caldarola,
Sono di nuova qua a disturbarla ma solo per chiederle un chiarimento. Premetto che sto curando anche tramite farmaci il mio disturbo ossessivo compulsivo che non mi fa vivere la vita serenamente, ora va un po' meglio ma il percorso, mi è stato detto, è piuttosto lungo. Sicuramente c'era già una predisposizione anche se fino a qualche mese fa stavo bene, il tutto è insorto per una serie di lutti che mi hanno colpito e affondato in poco tempo.
Ma riguardo a cosa volevo chiederle: io sono un'animalista convinta, in particolare adoro i gatti, e quando ne vedo uno non riesco a tratternermi dall'accarezzarlo e coccolarlo. Sono sempre stata una persona che viaggia molto, due estati fa a Ibiza mi sono imbattuta in un gatto probabilmente randagio, dico probabilmente perchè non sembrava particolarmente magro, lui si è fatto avvicinare non solo da me ma anche da altre persone, l'ho accarezzato, coccolato e sono anche andata a comprargli qualcosa da mangiare. Mi chiedevo solo se la sua saliva fosse venuta a contatto con la mia mano visto che faccio un lavoro manuale e ho sempre qualche taglietto, posso aver contratto la rabbia? So che sono passati due anni ma volevo avere informazioni in modo da sapermi regolare in futuro. In questo periodo ho una strana febbriciattola che va e viene e un po' di cefalea...
Grazie ancora per la sua gentilezza dott. Caldarola.

Buona domenica
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
stia pure tranquilla.
Non corre alcun rischio.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.