mst  
 
Utente 457XXX
Salve,
Vorrei chiedere un consulto medico a seguito di un episodio che vi riporto.
Ho avuto in un club privée rapporti protetti vaginali e anche fellatio passive protette da condom.
Non ricordo di rotture di profilattico, a fine rapporto ricordo infatti di aver visto liquido seminale nel serbatoio dello stesso.
Inoltre al massimo durante la stimolazione avrò lubrificato le mie dita con la saliva portandole a contatto con la vagina.
A seguito di ciò ho avuto però elevata attenzione a eventuale sintomatologia riconducibile a MST, prima Fra tutte HIV.
Oggi sono passati più di due mesi, in questo periodo ho avuto per due giorni una faringite passata senza ricorrere a cure farmacologiche, un mal di testa nell'ultima settimana ed ho dei linfonodi (?) sottomandibolari e inguinali ingrossati (simmetrici) sorti in questo ultimo periodo.
So bene che ricondurre alla sintomatologia é cosa errata per questo mi sto concentrando sulla natura dei rapporti avuti che non ho reputato francamente a rischio, per questo non ho effettuato test specifici.
Ma poi mi chiedo, se inavvertitamente avessi portato le dita a contatto con la bocca e se vi fossero state tracce di sangue (che non so perché ora ricordo macchie di colore rosso chiaro sul condom) oppure se mi fossero sfuggiti particolari relativi al rapporto? In tal caso eventualmente una sindrome retrovirale acuta risponderebbe a quanto riportato come modalità di sintomatolgia e tempistiche visto che siamo a più di due mesi ormai dal fatto?
Insomma non so se obiettivamente pensare a tutto ciò sia lecito o se il tutto possa avere avuto somatizzazione ansiosa per questo chiedo vostro gentile supporto.

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
il supporto che possiamo darle è di fare il test HIV di IV generazione che risulterà negativo, a 40 gg dall'ultimo rapporto a rischio. E che sarà definitivo.
Perchè se uno scrive un lungo post alla fine facendo capire che ha comunque dei dubbi, ha già un tarlo nel cervello che fa tric tric (non so se ha mai sentito il rumore dei tarli....)
Meglio eliminare subito il tarlo.
Arrivederci,
Dott.Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
Grazie mille Dottore.

Saluti