Utente 458XXX
buongiorno,
Io ho incontrato un ragazzo sieropositivo sotto terapia, con cui ho avuto dei rapporti sessuali protetti, eccetto due pratiche oro-anali (rimming). Dopo una settimana dall'inizio di questi rapporti siamo andati al mare in un giorno ventoso: lui ha preso il raffreddore e io il mal di gola, ma non ho febbre. E' però passata una settimana (quindi due settimane dall'inizio dei rapporti) e io ho ancora il mal di gola e il linfonodo destro del collo un po' gonfio. sono andato dal mio medico curante, a cui ho raccontato delle pratiche sessuali svolte, ma non della sieropositività del mio partner e lui mi ha prediagnosticato una mononucleosi, non trovando placche in gola. Ho appena fatto il test per mononucleosi, da cui vedo linfociti e monociti alterati, ma risultato INFEZIONE REMOTA. Il medico mi dice che ho la mononucleosi da molto, ma io e il mio partner temiamo una sieroconversione, anche se sarebbe il mal di gola è iniziato appena una settimana e mezza dopo. Crediamo anche che il test per HIV sono da fare appena un mese dopo il rapporto non protetto (in questo caso pratica del rimming). Secondo voi ho solo preso freddo, ho la mononucleosi o è possibile la sieroconversione? Devo aggiungere che a volte ho problemi di tonsillite
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il suo compagno è in terapia antiretrovirale e la sua carica virale è dosabile o no?
Non sono dettagli secondari questi che non ci dice.
Se vuole un parere sulla mononucleosi copi i dati degli esami eseguiti, compreso l'Emocromo di cui sottolinea l'inversione di formula.
L'anilingus ( o rimming) praticato è una pratica a rischio per MST: per cui le consiglio di effettuare un tampone faringeo per
-Gonococco
-Germi comuni
-Miceti
- Chlamydia spp.
- Mycoplasma spp
-Ureaplsma Urealitycum
-Ricerca di HPV DNA con eventuale tipizzazione del ceppo.
-Test per HAV
Il test HIV di IV generazione è da fare a 40gg dal rapporto non protetto insieme allo screening per la Lue (TPHA/VDRL) e va considerato definitivo.
I dati clinici che riporta non sono relazionabili con una sindrome retrovirale acuta: non si dimentichi, come ha fatto il suo medico, che lei potrebbe essersi infettata con il CMV che spesso sostiene questi stati di faringiti prolungate simil mononucleosici.
Faccia gli anticorpi anti CMV IgG - IgM, se il suo medico è d'acordo.
Può semplificare tutto rivolgendosi ad un centro per MST della sua città, dove potrà parlare liberamente dell'accaduto ed eseguire i test necessari.
Saluti,
Dott. Caldarola.