Utente 459XXX
Buongiorno, da quasi due mesi ho il condilo bloccato e non riesco ad aprire la bocca completamente. Tutto è iniziato 5 mesi fa quando, dopo mesi di risvegli con mal di testa e dolori cervicali, sono andata dal fisioterapista e mi ha detto che dipendeva tutto dalla mia mandibola che scrocchiava molto nettamente a destra (sempre di più da qualche anno a questa parte) che stava anche compromettendo la postura. Mi ha consigliato un dentista specializzato in questi casi che mi ha realizzato un bite da posizionare sui denti sotto. Premetto che da piccola ho messo prima l'apparecchio con baffo perché avevo i denti sopra sporgenti e poi ho messo anche l'apparecchio fisso per raddrizzarli, seguito da un altro apparecchio di mantenimento. Diventata adulta inoltre mi sono accorta che per lo stress durante la giornata serro fortemente i denti.
Insomma ho messo il bite e subito, dopo una sola notte, la mandibola ha smesso di scrocchiare. Unica cosa non riuscivo bene a masticare fino in fondo allora il dentista ha iniziato a limare il bite. Lima oggi, lima domani, è diventato quasi piatto e da ribasare, ma non mi ha detto di non metterlo. Quella notte l'ho messo e mi sono svegliata con la mandibola contratta, da quel giorno non la apro più completamente, è bloccata a destra e i miei denti sotto sono tutti un po' spostati sulla destra e si vede anche a bocca chiusa. Ho preso di tutto ma sono allergica agli antinfiammatori comuni, ho preso cortisone per una settimana, mi faccio massaggi e stretching la sera, sto prendendo magnesio etc...il bite è stato ribasato 2 volte e modificato quasi tutte le settimane per vedere se mi aiutava a sbloccarmi ma per adesso niente...io non so cosa devo fare, sia dentista che fisioterapista mi dicono di andare in vacanza e rilassarmi e avere pazienza che prima o poi si smollerà, ma la mia domanda è: è proprio così?! È solo una questione di stress?? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
se ha un locking deve essere sbloccato.
Se ne accorge perche ' l'apertura della bocca si e ' ridotta ed in apertura la mandibola devia dal lato bloccato.
Puo ' essere tentata la manovra manuale oppure utizzato un particolare tipo di bite.
Le consiglio di rivolgersi ad uno Gnatologo esperto.
Le allego dei link li legga se ha domande chieda

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html

http://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html



http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/563976-mandibola_sinistra_bloccata_aiuto.html

l


Buona Giornata
[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Solo una questione di stress?
Dice nulla lo stress è correlato a tutto il benessere del corpo ma veniamo ai meccanismi di come avvengono gli schiocchi (click) della mandibola e a quale potrebbe (facilmente) essere il decorso del Suo quadro, legga http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=0&y=0 e chieda se qualcosa non Le è chiaro.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 459XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno, grazie per le informazioni, in parte me ne ha già parlato il dentista.
Ma è grave il fatto che io sia impossibilitata ad aprire completamente la mandibola da 2 mesi? Può diventare irreversibile? Secondo il fisioterapista sono solo i muscoli perennemente contratti. Proverò a rilassarmi in vacanza...Un'ulteriore domanda: possibile che da quando ho iniziato a mettere il bite abbia iniziato a soffrire di intestino tipo meteorismo e feci non ben formate? Ho fatto tutti gli esami delle feci possibili e l'ecografia dell'addome completo. Non ho niente se non la calprotectina a 68. Ultimamente mi sembra comunque di essere migliorata, sarà che assumo magnesio... Ho chiesto informazioni in merito sia al dentista che al fisioterapista ma nessuno dei due si è sbilanciato. Il mio medico di base vorrebbe farmi fare la colonscopia ma vorrei che fosse proprio l'ultima spiaggia. Grazie.
[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
C'è una stretta correlazione tra disordine temporomandibolare e stress con alterazione dei ritmi di secrezione del cortisolo, Tutte le cose legate ad aumento della cortisolemia possono essere coinvolte, anche i disordini gastrointestinali. La comparsa di meteorismo e feci non ben formate dopo aver messo il bite sembrerebbe indicare un peggioramento del quadro clinico. La prima volta che sono state fatte le manovre di sblocco dell'articolazione nel mio studio non le feci io ma un fisioterapista osteopata da cui imparai.

Ora che fare?
1) cercare qualcuno in grado di sbloccare l'articolazione temporomandibolare;
2) dopo va fatto un bite che stabilizzi la mandibola in posizione corretta.

ATTENZIONE più tempo passa in blocco articolare più complesse risultano da effettuare le manovre di sblocco necessarie per la buone soluzione del caso.