Utente 405XXX
Buongiorno
Il 10 maggio 2017 sono stata operata di isterectomia totale e anessiectomia. È andato tutto bene e alla visita a due mesi mi è stato detto che non ci sono versamenti, la cupola è adesa e quindi potevo riprendere la mia vita normale. Sono stata avvisata che ai primi rapporti avrei potuto avere piccole perdite ematiche. In effetti le perdite continuano tutt'ora. Non sono importanti ma mi impensieriscono. I rapporti sono normali non soffro di secchezza vaginale anzi. All'inizio un po' di fastidio all'introduzione e sul fondo ma poi passa. Devo preoccuparmi? Grazie per la risposta
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se non si tratta di perdite copiose di sangue , legate al tessuto di granulazione del fondo vaginale , non deve preoccuparsi, al massimo conviene usare dei gel vaginali cicatrizzanti, che aiuterebbero la riepitelizzazione.
SALUTONI
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
No, più che altro me ne accorgo perché resta sul membro del mio compagno e appena sulla carta igienica ma non flusso. Questi gel di cui parla si comprano liberamente in farmacia o devo avere prescrizione? Sarà un periodo transitorio o sempre così? Grazie per la sua celere risposta. Buona serata
[#3] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Gentili Dottori, dopo un periodo abbastanza buono (un po' di dolore ai rapporti e leggere perdite ematiche) oggi è accaduta una cosa che mi sta molto preoccupando. Durante un rapporto sessuale senza avvertire nessun dolore ho notato un lembo di tessuto che è uscito dalla vagina rosso chiaro vivo e grande quanto una falange. Ora ho perdite di sangue più importanti delle solite tracce ma non tipo emorragia. Il tutto senza dolore se non un lieve bruciore che però mi sembra venga più dalle labbra interne che dalla vagina. Sono passati 6 mesi dall isterectomia totale. Non ho spesso rapporti (circa ogni 15 giorni). Posso avere un'idea circa quanto accaduto? Non so se è grave da dovermi preoccupare o se attendere. Grazie
[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
A questo punto diventa importante valutare con esame speculare , la ipertrofia del tessuto di granulazione del fondo vaginale.
Impossibile darle una risposta certa senza un esame clinico
[#5] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore sempre molto gentile.