Utente 985XXX
Gentili dottori,
ho 29 anni. Premetto che ho avuto un ciclo sempre irregolare, ma mai doloroso, eccetto nell'ultimo anno, in cui ho iniziato ad avere cicli dolorosi, ma solo in alcuni mesi. A luglio scorso circa 15 giorni dopo la fine del ciclo ho avuto delle piccole perdite di sangue scuro (marroncino) durate qualche giorno. Spaventata, ho subito fissato una visita dalla ginecologa la quale non ha riscontrato nulla di anomalo, se non una sospetta cisti su un ovaio che mi ha detto potrebbe essere di natura endometriosica. Per questo mi ha suggerito di effettuare un'ecografia transvaginale, che farò tra qualche giorno, insieme al pap-test (l'ultimo risale a 3 anni fa circa ed era risultato negativo).Da luglio non ho più avuto perdite tra i cicli, tuttavia nell'ultima settimana è sopraggiunto un fastidio (non lo definirei proprio un dolore perché è abbastanza lieve) al basso ventre che talvolta si irradia alla schiena, accompagnato da piccole perdite acquose e inodori. Ora sono abbastanza preoccupata, i miei pensieri vanno ovviamente ad un tumore. Se ci fosse stato qualcosa di sospetto in tal senso è possibile che la visita della scorsa estate non avesse evidenziato nulla?
Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non deve pensare ad una patologia neoplastica , ma ad una patologia frequente come la ENDOMETRIOSI che potrebbe essere notevolmente ridotta e prevenuta dall'uso degli estro-progestinici (pillola, anello e cerotto ) indipendentemente dalla attività sessuale , avrebbe una normalizzazione dei flussi mestruali con meno dolori e quindi una qualità di vita migliore.
SALUTI