Utente 449XXX
Buongiorno, sottopongo il mio caso
Ho 53 anni, in menopausa da 3 anni, soffro di ipertensione arteriosa monitorata con Lobidiur.
Sono 2 mesi che ho un dolore addominale cronico che si estende saltuariamente anche alla schiena, alla gamba destra. Dolore invalidante all inguine destro è un cordone pulsante che talvolta è palpabile nell inguine e altre volte si sposta al pube o al labbro destro vaginale.
Lo stato depressivo di non sapere dare un nome alla mia patologia mi sta affliggendo.
Eseguita Colonscopia con esiti di emorroidi interne
Eseguita eco trans vaginale con nulla di rilevante
Eseguiti raggi bacino con nulla di rilevante
Eseguiti esami sangue emoziono con nulla di rilevante
Eseguiti esami urine con nulla di rilevante
Eseguita eco addome completo con nulla di rilevante
Eseguita tac reno vescicale con nulla di rilevante
Curata per colon irritabile, ma nessun miglioramento
Curata per infezione vie urinarie con nessun beneficio
Diagnosi finale per esclusione di ogni altra patologia, infiammazione ileo psoas con assunzione di Aulin per disinfiammare, ma il miglioramento e' solo limitato alla durata del l'efficacia del farmaco, poi sono di nuovo da capo
Ieri ho notato un rigonfiamento bluastro nella vagina a ridosso del grande labbro con dolore similare allo stato emorroidale
Nel corso della giornata ho assunto 2 Daflon 500 in quanto le avevo a portata di mano perché raramente li utilizzo nelle fasi acute delle emorroidi e miracolosamente sono rinata, erano 2 mesi che non mi sentivo così bene e il dolore cronico e pulsante e' quasi sparito.
Chiedo un suo parere su un sospetto di diagnosi che credo di essermi ormai fatta da sola ......
Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Naturalmente per poter fare diagnosi è importante in questi casi , la visione diretta (VULVOSCOPIA) dell'apparato genitale esterno .
Dalla descrizione potrei pensare alla presenza di VARICI VULVARI (?) , oppure ad un LINFEDEMA VULVARE (?) .
L'approccio terapeutico potrebbe essere medico e/o chirurgico .
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 449XXX

Grazie infinite per la celere ed esaustiva risposta.
Cordiali saluti