carie  
 
Utente 473XXX
Buon giorno
volevo chiedervi delle cose riguardo alla sedazione cosciente con il diprivan...
dal momento che faccio molta fatica a sottopormi alle cure odontoiatriche per via sia dell'ansia che del vomito anche se solo mi viene toccata la bocca, a parte alcune otturazioni sui denti nella parte ''frontale'', per le carie e le otturazioni nei denti in fondo alla bocca il mio dentista mi ha proposto la sedazione cosciente con il diprivan, ovvero principio attivo propofol...
Ma con questo tipo di sedazione cosciente cosa mi succede durante la seduta odontoiatrica?cosa provo?cosa sento?
Siccome giustamente devo pagare a parte il costo dell'anestesista vorrei essere sicuro di non sentire proprio nulla o meglio di non dover buttare via soldi in una sedazione cosciente che poi mi dà lo stesso conati di vomito che mi portano poi a smettere di respirare per via dei conati... lo so.. sono un caso patologico ma non so perchè mi succede cosi...
Vi prego spiegatemi come funziona, cosa si prova e cosa sentirò... le sensazioni che avrò... ci sono persone che dicono che nonostante la sedazione cosciente con diprivan hanno sentito tutto...
In attesa di un vostro riscontro vi auguro una buona serata e vi ringrazio per l'attenzione...
ps. complimenti per il vostro sito internet e soprattutto complimenti ai Dottori che rispondono sempre alle nostre paure, insicurezze e domande...
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera. Stante questa particolare reattività ovviamente non resta che fare l'intervento odontoiatrico con questo tipo di sedazione profonda. Che non da una sedazione cosciente ma un vero e proprio sonno. Questo dovrebbe garantire la possibilità di eseguire quanto necessario.
Ma deve assicurarsi la presenza di anestesista esperto e che la struttura sia dotata di tutti i monitoraggi necessari e i presidii per eseguire questa vera e propria anestesia. Non tutti i gabinetti dentistici sono attrezzati per queste attività quindi o il centro dove effettuerà ciò è attrezzato per questo o deve farlo in una struttura ospedaliera come accade nei pazienti con questo tipo di sensibilità.
Per lo specifico del farmaco sarà cura dell'anestesista utilizzare il propofol o altra molecola ipnotica che riterrà più opportuna. Di questo non deve preoccuparsi. Utile prima una visita anestesiologica per una valutazione specialistica delle condizioni cliniche generali e dello stato di salute. Con, infine, la firma di un consenso informato.
Saluti