Utente 475XXX
Buonasera

Le scrivo per raccontare un po il mio problema..
Gia da 2 anni soffro di un dolore che si presenta 1/2 volte almese descrivedolo cosi: il dolore parte dalla parte bassa dietro la nuca, la spalla e la testa sempre il lato sinistro come se mi si i nervi si irrigidissero.. e dura circa 3 gg se non prendo antinfiammatori in tempo. fino ad arrivare al vomito..
Il medico di famiglia mi ha prescitto i rx e l analisi è:lieve scoliosi dorso-lombare dx-sn convessa. Piano di appoggio sacrale regolare .non si rilevano significative dismetrie degli arti inferiori.
Da qui il medico di famiglia mi prescrive un antidolorifico e mi consiglia di fare ginnasca.
Premetto che essendo un po pigra non ho fatto nessuna ginnastica e ho continuato con gli antidolorifici e a stare male, davvvero male.
Sono ritornata dal medico dicendo di voler fare una tac ma mi dice che non ce ne bisogno e quindi mi manda dall ortopedico
L ortopedico mi guarda i raggi e dice che devo portare il busto, plantari e fare ginnastica posturale e mi prescrive delle pasticche che continuo a prendere senza risultato linfadren...premetto che la ginnastica posturale o devo ancora iniziare a farla... ma vorrei un altro consiglio medico...secondo lei devo farla la tac? È un problema posturale o anche muscolare? che mi da se così si puo chiamare questa cervicalgia?

Attendo una risposta al più presto
Ringrazio in anticipi
Francesca
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Qualsiasi accertamento radiologico non serve mai al paziente, che ovviamente non ha gli strumenti per servirsene, ma serve solo ed esclusivamente al medico che l'ha prescritta, e MAI "tanto per vedere se c'è qualcosa", ma solo ed esclusivamente per confermare o escludere un'ipotesi diagnostica oppure per approfondire una diagnosi già fatta. In base al consulto concordo sul fatto che non sia necessaria una TAC, anche perché in caso contrario l'avrebbe prescritta l'ortopedico. L'unica perplessità riguarda il fatto che lei parla di cervicalgia mentre il referto trascritto sembra relativo solo al rachide dorso-lombare.
Segua le prescrizioni dello specialista e in caso di insuccesso torni se possibile da lui per riconsiderare diagnosi e terapia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 475XXX

Iscritto dal 2018
Buonasera
Ho fatto una RM alla rachide cervicale con i seguente referto: "non si documentano anomalie morfologiche ne di segnale a carico dei mentameri cervicali che presentano un regolare allineamento
Riduzione della lordosi fisiologica.
Canale osseo spinale di morfologia e dimensioni nei limiti della norma.
La corda midollare appare di aspetto normLe per morfologia e dimensioni.
Lo studio dei dischi intersomatici evidenzia normale idratazione e spessore conservato a tutti i livelli.
Non si apprezzano immagini focali riferibili ad ernia discale.normale l aspetto della cerniera cranio-cervicale e del tratto di passaggio cervico dorsale"
cosa significa riduzione della lordosi fisiologica?
Domani la faro vedere comunque al mio medico...e un altra domanda non e che il dolore che ho tocca i punti detti Trigger Points?
Ringrazio in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
La riduzione della lordosi fisiologica non è di per sé una condizione patologica : il collo può apparire più "dritto" per contrattura muscolare dovuta al dolore oppure semplicemente per la posizione assunta durante l'esecuzione dell'esame. Mostri le immagini della RMN al medico che l'ha prescritta perché completi con esse la visita e decida il da farsi. Per quanto riguarda i trigger points non ho nessun elemento per esprimere un parere perché bisogna valutare molti fattori con la visita diretta per cui sarà l'ortopedico o il medico fisiatra a poter rispondere.
Cordiali saluti