Utente 393XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 28 anni, sportivo e fumatore. A fine settembre ho avuto un fortissimo mal di gola durato circa 10 giorni, in quel periodo non riuscivo a fumare, avevo una tosse molto potente con muchi, inoltre avevo una sensazione di salivazione continua. Il mal di gola in fase acuta è passato dopo circa 7 giorni ma ho sempre avuto un lievissimo mal di gola latente. Nel mese di Ottobre mi ammalo nuovamente di mal di gola, stavolta con decimi di febbre durati per tre giorni. Contemporaneamente noto la ghiandola parotide dx mediamente ingrossata. Prenoto una visita da un endocrinologo che mi palpa la ghiandola e mi dice di non preoccuparmi. Il mio medico di base nota una macchia bianca grande quanto una moneta da un centesimo nella guancia vicino al dente del giudizio destro dell'arcata superiore e mi prescrive una ortopantomografia, afferma che il dente in uscita o qualche carie potevano creare un'infezione alla bocca che mi aveva fatto gonfiare la parotide. Dai risultati non esce nulla, mi dice però che le mie gengive si stanno progressivamente ritirando. A Novembre, a distanza di 20 giorni, mi ritorna il mal di gola, stessa sensazione di bruciore alla gola, sensazione di stanchezza, febbre fino a 38 per 3 giorni. Stavolta curo il tutto con 7 giorni di augmentin e sembra davvero funzionare. Mi sento meglio. In questo lasso di tempo faccio le analisi del sangue, emocromo di base, tutto assolutamente nella norma compreso VES, PCR e globuli bianchi. A Dicembre, verso natale di nuovo mal di gola, sensazione di febbre, stanchezza per 10 giorni, quando prendevo la tachipirina stavo decisamente meglio. Vado dal medico di base che mi diagnostica una faringite cronica e mi da una cura di Broncho Vaxom, una specie di vaccino a lunga durata. Decido però autonomamente di fare un tampone faringeo, fatto sotto consiglio di un mio amico medico, della quale devo ancora avere il risultato. In tutto questo eravamo partiti da quella piccola macchietta bianca al di sotto del dente, guarita in un primo momento. Ora ho tutto l'interno delle guance con una patina bianca, piccole lesioni in corrispondenza dei denti. Ho notato anche che la lingua alla base è bianca, poi sulla base della lingua vi sono delle papille giganti quanto un seme di mela di colore rosso/rosa. Purtroppo la confusione dei medici non mi ha aiutato, su internet c'è scritto tutto, il peggio del peggio e sinceramente avendo un mal di gola ciclico con gola arrossata,la ghiandola parotide dx ingrossata, bocca con patina bianca e piccole lesioni, mi sto preoccupando. Quali esami mi consigliate? Laringoscopia? Test per la mononucleosi? Tampone per la ricerca di infezioni fungine? Non ho tosse, ho un pò di raucedine, quando non ho il mal di gola in fase acuta mi sento molto bene, energico e attivo. Grazie per l'attenzione, Saluti Luigi.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Luigi,
certamente comprenderà la difficoltà di poter inquadrare il suo caso e stabilire un iter diagnostico senza poterla visitare.
Tra l'altro la scelta di un Endocrinologo per una parotide gonfia non è stata delle più felici.
Le consiglio invece di fissare un appuntamento con un ottimo ORL che potrà decidere gli esami da fare e se realmente la sua situazione sia da considerarsi patologica oppure no.
E le consiglio con pervicacia di smettere di fumare: l'aerosol del tabacco combusto oltre ad essere notoriamente cancerogeno e lesivo per l'apparato vascolare, è fortemente irritante per le mucose orali, delle vie respiratorie e predispone alla piorrea e alle altre malattie del parodondo.
Non ha senso che lei curi e si preoccupi delle sue tonsilliti, faringiti e della patina bianca sulle guance quando poi continua tranquillamente a fumare.
Ci faccia un pensierino.
Buona domenica.
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta. L'endocrinologo è un amico di famiglia quindi in realta non avrei mai prenotato una visita da tale specialista. Non sto fumando più, conscio dei problemi che può arrecare il fumo, non solo a lungo termine ma anche nell'immediato dopo anche un solo tiro di sigaretta. Prenoterò una visita da un otorinolaringoiatra. Grazie