Utente 125XXX
Eg. Dottori, sono stato operato meno di un mese fà per un nevo sulla gamba, melanoma insito dopo l'esame istologico. Le dimensioni erano più o meno uguali ad un'unghia del dito mignolo... Il mio problema è un'avvallamento nella zona operata, quando ho tolto i punti, fortunatamente interni, il chirurgo che mi ha operato mi ha detto di massaggiare la zona dal basso verso l'alto e viceversa con una crema apposita.Però non è stato molto chiaro,e ancora non vedo miglioramenti.
Quindi vorrei chiedervi gentili dottori:
1)quanto tempo ci vorrà affinchè la zona avvallata ritorni a livelli normali e se ritornerà?
2)Potevano farmi la plastica subito, appena tolto il melanoma?
3)quanto tempo deve passare dall'operazione x una plastica?
4)c'è il rischio che mi rimanga questo avvallamento?
Inoltre vorrei aggiungere per informazione, la ferita già si è quasi completamente cicatrizata, la così detta"crosta" è caduta tutta tranne nella zona centrale dove vi era il nevo, è una cosa buona?
Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Caro utente,
Lei deve considerarsi nella sfortuna di aver avuto un melanoma, una persona molto fortunata: il melanoma è uno dei tumori più aggressivi in senso assoluto nelle fasi tardive, ma se preso nelle sue fasi iniziali (come il suo melanoma in situ)la diagnosi è delle più favorevoli in questi casi.
non mi preoccuperei troppo della cicatrice, la quale richiede dei tempi tecnici per la risoluzione, che oscillano nell'ambito di diversi mesi; applichi delle creme elasticizzanti e faccia rivalutare il tutto dal suo dermatologo fra un pò.
Cari Saluti.
Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, Roma
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta, ma per quanto riguarda la plastica potevano farmela subito? Quanto tempo devo aspettare dall'operazione per farla?
Inoltre mi scuso, per l'insistenza, ho dimenticato di dire che sono presenti due rialzamenti della cute all'inizio e alla fine del taglio, sono dovuti all'avallamento?
Grazie ancora per il vostro utile servizio
[#3] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2006
Dr.Laino quando lei parla di cicatrice si riferisce anche all'avvallamento?
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Caro utente,
qualsiasi intervento chirurgico, esita in una cicatrice, più o meno evidente in base a tre variabili principali riassumibili solo indicativamente nella:
1) variabile chirurgica: il tipo di lembo effettuato e di sutura
2) variabile endogena: il tipo di cicatrizzazione insita in ogni soggetto (non tutti cicatrizzano allo stesso modo), problematiche ematologiche etc
3) variabile esogena: sovrainfezioni, le esposizioni ai raggi ultravioletti, tensione muscolare sottostante, regione anatomica etc.
Ogni valutazione pre-operatoria spetta al dermatologo o al chirurgo plastico che effettua l'intervento.
concludo affermando che "la plastica" alla quale lei fa riferimento è necessaria solo per taluni interventi e non è preventiva in senso estetico: nel suo caso credo che non sia stata necessaria; sappia tra l'altro che ciascun tipo di ricostruizione plastica con lembi liberi o di rotazione o altro, lascia esiti più importanti che le chiusure chirurgiche per "accostamento" semplice dei lembi cutanei.
Cari saluti
Dott. Luigi Laino
Dermatoog e Venereologo, Roma
[#5] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2006
Grazie ancora una volta gentili dottori e perdonatemi ancora una volta se insisto nel specifacare determinate cose..
Questi due rialzamenti cutanei sono dovuti all'avvallamento? Si toglieranno o dovrò per forza fare una plastica estetica? Se volete posso inviarvi via e-mail una foto del problema, sono veramente preoccupato!
Grazie ancora. cordiali saluti