Utente 859XXX
Buongiorno,

ho 25 anni, sono recentemente stato da un dietologo per dimagrire di alcuni kg (5-10 kg) e dopo aver eseguito le analisi da lui prescritte, è stato riscontrato che l'unico valore fuori norma è il GAD, che era a 6.3 . I valori di riferimento erano indicati come 0-5 negativo; tra 5 e 10 dubbio; >10 positivo. La glicemia era nella norma.

Il dietologo mi ha prescritto una dieta e 1/2 compressa di Glubobay ad ogni pasto.

Cercando informazioni sul farmaco online, ho notato che è prescritto a pazienti diabetici, la mia domanda è: cominciando adesso a 25 anni ad assumere tale farmaco non rischio che il mio corpo diventi assuefatto al farmaco e quindi di doverlo prendere per tutta la vita? cioè, intendo, non rischio di diventare diabetico al momento che smetta di prenderlo?

Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mauro Lombardo
28% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se non ci sono altre indagini alterate (come i valori di glicemia, OGTT, insulinemia) la GAD lievemente aumentata non ha molto significato.
E non essendo fatta diagnosi di diabete non vedo la necessità di iniziare l'acarbosio. Le indicazioni di questo farmaco sono infatti ristrette al diabete (in particolari alle iperglicemie post-prandiali) e ad alcuni casi di ipoglicemia.
Le consiglio di consultare un altro medico dietologo specialista.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 859XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per la gentile risposta.
No, effettivamente tutti gli altri valori erano nella norma e mi era appunto apparsa strana questa prescrizione, avendo letto che l'acarbosio era prescritto a diabetici.

Terrò conto del suo consiglio e consulterò un altro medico!

Cordialmente,
Angelo M.