Utente 371XXX
salve,volevo chiedere un po di cose:premetto di non avere rapporti con altri uomini se non con mio marito,ho avuto il primo episodio di candida nella primavera del 2006,ho fatto un tampone vaginale dopo il quale la ginecologa mi prescrisse una terapia antimicotica con diflucan 150mg una a settimana x 4 settimane sia io che mio marito piu sciacqui con micostop lavaggi e pomata x 5 sere.Quest'estate sno stata fuori x lavoro per 6 mesi e forse un po lo stress un po il fatto che usavo durante la gg lavorativa dei bagni pubblici sta di fatto che ho iniziato ad avvertire bruciore durante e dopo il rapporto molto forte,ho usato ovuli e non capendo che fosse candida ma pensando fosse cistite,ho preso monuril bustine e antibiotico peggiorando la situazione;il bruciore era insostenibile anche se non avevo ne perdite ne prurito ma ero molto arrossata sembrava fosse quasi una ferita sul labbro sx della vagina;poi un ginecologo mi disse di assumere diflucan 150mg 1volta alla sett.x 4 sett.a setembre ho fatto un tampone con esito negativo.Avantieri sera ho avuto un rapporto con mio marito e non ho avuto ne dolore ne bruciore ma oggi ho avvertito urinando un leggero pizzicore che durante la giornata è aumentato;sto lavandomi con acqua e bicarbonato e ho preso diflucan e guardandomi ho notato che nella parte alta della vagina dov'è l'imene ho un liquido denso come ricotta bianco.Volevo chiederle se i miei episodi di candida sono troppo frequenti? devo fare delle indagini piu approfondite?se si quali?premetto che vado spesso da una ginecologa faccio spesso visite tamponi e ecografie anche perchè sono seguita poichè sto cercando una gravidanza.Premetto che questi sono i miei unici 3 episodi di candida il secondo episodio l'ho prolungato perchè non ho subito curato il problema in modo adeguato.Sono fissata con l'igene e la pulizia in modo ossessivo e pretendo che ogni volta che si ha un rapporto mio marito come anche io si debba lavare le mani,ma l'altra sera non l'ha fatto e mi ha comunque toccata,perciò io attribisco a questo fatto il mio stato di candida.Spesso ma questo sin a piccola soffro di afte orali;sono correlate?Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, ritengo utile per lei la lettura del personale articolo sulle vulvo-vaginiti e le vaginosi all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=54632

ottimo ancora il consiglio di determinarsi con lo specialista Venereologo (esperto di cute e mucose genitali) per chiarire questo suo problema.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 371XXX

Iscritto dal 2007
salve dottori ho1forte dubbio spero mi possiate chiarire le idee.circa a meta maggio ho iniziato ad avere forti pruditi vaginali accompagnati da perdite trasparenti maleodoranti,poichè almeno1volta all'anno mi becco la candida l'ho curata come tale senza però risolvere il problema allora sono andata in ospedale dove la ginecologa dopo avermi visitata(ma non mi ha fatto1tampone)mi ha diagnosticato1vaginite eczemosa mista,mi ha prescritto1cura fatta di antibiotici,ovuli,pomata,lavande.dopo dieci gg terminata la cura il problema si è risolto e a fine mese andrò a controllo.ora durante la visita la ginecologa mi ha fatto il pap test,ma io mi chiedo avendo1infezione in corso avendo preso antimicotici e fatto lavaggi e usato creme,non avendo il ciclo da3mesi(poikè ho da sempre avuto cicli irregolari dovuti a ovaio policistico) bhè chiedo tutto cio potrebbe falsare il risultato del test?avendo letto1po su internet credo ke non ero nelle condizioni ideali per fare il test.cordialmente saluto e ringrazio