Utente 993XXX
Gentili signori medici,vi chiedo cortesemente di chiarirmi le idee su un mio problema. Quando sono con la mia ragazza,al momento dell'erezione il mio pene emette un liquido trasparente,appiccicoso(mi ricorda il miele),che mi lascia segni all'interno dello slip,in quantita' non trascurabile,e che rimane pure sul glande.A volte tale liquido e'piu'corposo da sembrare sperma.
Non abbiamo avuto rapporti sessuali fin ora,solo petting,e mi chiedo se nell'indossare il preservativo c'e'il rischio di sporcare la parte esterna del preservativo stesso,rischiando cosi al momento della penetrazione una gravidanza.
Vi ringrazio per la gentile attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,stia tranquillo perche' il liquido pre-spermatico non contiene spermatozoi e non da' problemi nel momento di indossare il profilattico.
Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
consiglierei piuttosto che il profilattico che è sempre un rimedio di emergenza per evitare gravidanze le consiglierei un adeguato programma contraccettivo, cui sono dedicati appositi consultori gratuiti della ASL.
[#3] dopo  
Utente 993XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio il dr. Izzo e il dr. Cavallini per le loro risposte.Chiedo inoltre al dr. Cavallini se e' daccordo sull' uso della pillola anticoncezionale,poiche' la mia ragazza ritiene sia nociva per la sua salute
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
da un punto di vista generale le signore e le ragazze "timidine" temono spesso che la pillola sia nociva, è un atteggiamento tipico della ancora rurale cultura latina.
Nello specifico non sono la persona adatta, ci sono ginecologi per questo, ma, conoscendo la legislazione farmaceutica italiana ed europea (fra le migliori, garntisco) sono innoque, se prescritte bene.