Utente 143XXX
vi scrivo per un consulto, se possibile:
da molti mesi la mia compagna soffre di emicranie fortissime dal lato destro accompagnae da dolori alla parte dx della faccia e all'orecchio.
è stata curato con carbamazepina per il nervo del trigemino e con laroxyl per cefalea;
la tac ha dato esito negativo. ha fatto quindi la risonanza magnetica che ha evidenziato delle cisti voluminose nei seni mascellari. potrebbero essere la causa dei sui problemi?
Anticipatamente ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Graziano
32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
La presenza e la natura di eventuali cisti o qualunque neoformazione nel seno mascellare va indagata in maniera approfondita, anche se non capisco come mai non si siano già evidenziate all'esame TAC, ma siano emerse solo alla risonanza magnetica. Non ho ben capito se il seno interessato sia quello di destra. In ogni caso mi sembra difficile che neoformazioni nel seno possano provocare la sintomatologia descritta. Non ho capito inoltre se dopo somministrazione dei farmaci indicati c'è stato riduzione del dolore, nè come si manifesti questo dolore, quanto dura ogni accesso e cossì via.
Distinti saluti
Antonio Graziano
[#2] dopo  
Dr. Emilio Nuzzolese
32% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Grazie per averci consultato su questo portale. Il disturbo e il disagio legato alla nevralgia del trigemino è piuttosto controverso. La presenza di queste cisti nei seni mascellari deve essere indagata opportunamente, indipendentemente dalla nevralgia. Sulle base della mia esperienza, che però deve essere presa in minima considerazione, non credo ad una connessione con la nevralgia. Anche se, però, poco è conosciuto del tipo e localizzazione esatta dei dolori accusati dalla Sua compagna. Attenderei, pertanto, il riscontro dell’otorinolaringoiatra prima di dare un parere più esauriente.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Gramaglia
24% attività
0% attualità
0% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Buongiorno,trovo anch'io strano che la cisti non si sia rivelata alla TAC,comunque concordo per una visita specialistica otorinolaringoiatrica che possa escludere problemi specifici ed in seguito consiglierei comunque la rimozione della cisti mascellare.

Grazie ed auguri Dott. Fabio Gramaglia
[#4] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Concordo con i colleghi su quanto scritto, valuterei però in un centro cefalee se è emicrania pura che in genere è per l'appunto omolaterale e lì purtroppo pare ci siano in gioco dei neurotrasmettitori la cui produzione è alterata.
Oppure se vi possano essere dei problemi muscoli tensivi anche collegati a disordini cranio-mandibolari anche da parafunzione o bruxismo meglio conosciuto.
Escluderei anche io la patologia legata alle cisti sinusali.
Saluti
Dr. Pietro Convertino
[#5] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
a prova
[#6] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2006
Vi ringrazio molto per le risposte
Posso ancora aggiungere che le cisti sono da ambo le parti.
per quanto riguarda gbli effetti dei farmaci posso dire che il dolore facciale copn la carbamazepina si è notevolmente attenuato,mentre il mal di testa e' quotidiano,più o meno forte (con crisi che diventatno di grande entità)sempre localizzato nella parte destra
[#7] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2006
vorrei ancora domandare una cosa:lo sfregamento notturno dei denti,protratto nel tempo,potrebbe essere la causa di questi malesseri?
[#8] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Certamente in effetti nella mia precedente risposta le ho già evidenziato ciò!
Se comunque vuole si faccia vedere in un centro universitario dove si occupano di ortognatodonzia.
A Torino c'è la scuola del Prof. Bracco insieme al Prof. Mongini presso l'ospedale Le Molinette.
Se vuole mi contatti pure per ulteriori chiarimenti o per se vuole dei reperi x il Prof. Bracco.

N. 080-4322607

Saluti
Dr. Pietro Convertino
[#9] dopo  
Dr. Pietro Convertino
24% attività
4% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Mi scuso per gli errori grammaticali da fretta!!!
[#10] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
,Gentile paziente ,da quello che ho potuto leggere posso solamente ipotizzare che le cisti se molto voluminose comprimono qualche tratto di nervo cranico con conseguente sofferenza algica ,certamente una analisi molto accurata e approfondita è necessaria .inoltre una prova potrebbe essere fatta cercando di ridurre il volume delle cisti farmacologicamente e vedere se si riduce la sintomatologia .
a presto
Paolo Patrucco.
[#11] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente ,il bruxismo notturno può arrivare a causare delle algie cefaliche ,ma solitamente sono bilaterali e possono diminuire gradualmente con l'inserzione in bocca durante la notte di un byte di scarico muscolare .
a presto
Paolo Patrucco
[#12] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente ,il bruxismo notturno può arrivare a causare delle algie cefaliche ,ma solitamente sono bilaterali e possono diminuire gradualmente con l'inserzione in bocca durante la notte di un byte di scarico muscolare .
a presto
Paolo Patrucco
[#13] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente ,il bruxismo notturno può arrivare a causare delle algie cefaliche ,ma solitamente sono bilaterali e possono diminuire gradualmente con l'inserzione in bocca durante la notte di un byte di scarico muscolare .
a presto
Paolo Patrucco
[#14] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente ,il bruxismo notturno può arrivare a causare delle algie cefaliche ,ma solitamente sono bilaterali e possono diminuire gradualmente con l'inserzione in bocca durante la notte di un byte di scarico muscolare .
a presto
Paolo Patrucco
[#15] dopo  
Dr. Paolo Patrucco
24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente ,il bruxismo notturno può arrivare a causare delle algie cefaliche ,ma solitamente sono bilaterali e possono diminuire gradualmente con l'inserzione in bocca durante la notte di un byte di scarico muscolare .
a presto
Paolo Patrucco
[#16] dopo  
3885

Cancellato nel 2008
grazie
per averci chiesto un parere.
[#17] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino
16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Senza dubbio una scarsa areazione del seno mascellare in questione potrebbe indurre la sintomatologia da lei manifestata. Una visita dall'otorinolaringoiatra è consigliabile, nonchè il parere di uno gnatologo per discriminare eventuale sindrome algico-disfunzionale dell'atm.
Cordiali saluti.