Utente 147XXX
buongiorno a tutti, mi chiamo alfredo ho 23 anni, vorrei fare un tatuaggio ma sono allergico alle graminacee, circa un anno fa ho avuto uno sfogo allergico (tipo orticaria) dovuto all'allergia. Attualmente, dato il periodo sto prendendo antistaminici e quando necessario cortisone, in più sto curando l'alimentazione, in quanto non posso assumere alcuni cibi. Il colore usato per il tatuaggio non è a base vegetale. Ho provato a mettere qualche goccia di colore sulla pelle e non ho osservato nessun sintomo. Aspetto una vostra risposta.... Grazie buon lavoro a tutti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, teoricamente avrebbe dovuto testare le intolleranze verso i colori che intende utilizzare per tatuarsi, visto che sono additivi di sintesi fra loro differenti. Proceda comunque con cautela e, soprattutto, presso un centro che adotti tutte le misure igieniche necessarie a scongiurare la trasmissione di malattie infettive. Saluti.
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Caro utente,

per sua informazione le significo che le reazioni allergiche al colore dei tatuaggi (e non agli additivi o altro, i quali non rientrano in questi quadri) sono molto, molto importanti, tanto da mimare a livello istologico dei linfomi (reazioni conosciute col nome scientifico "pseudolymphoma post tattoing": pseudolinfoma da tatuaggio);

personalmente abbiamo descritto diversi casi sempre molto "interessanti" dal punto di vista scientifico, (molto meno per i pazienti affetti);

i colori più interessati nelle reazioni allergiche ai tatuaggi sono il ROSSO ed il NERO, più raramente il verde il giallo ed altri.

Il colore NERO è importante anche per i diffussissimi tatuaggi all'HENNE' quelli che si fanno sulla spiaggia, per intendrci.

questi ultimi posseggono una sostanza che serve per far diventare il prodotto NERO (difatti l'HENNE' in natura non è nero ma rosso):
La sostanza incriminata è la para-fenilendiamina; anche il tatuaggio all'hennè in soggetti allergici alla para-fenilendiamina, può causare reazioni molto importanti ed a volte lasciare segni indelebili sul corpo.

Il consiglio del Dermatologo allergologo, quando ci sono tali dubbi è quello di eseguire un Test specifico chiamato PATCH TEST, un cerotto da applicare (da parte del dermatologo) e tenere sulla schiena per 2 giorni, onde valutare (sempre da parte del dermatologo)l'esistenza di eventuali ALLERGIE DA CONTATTO a queste sostanze.

Prima di procedere con un tatuaggio è sempre meglio pensarci a fondo.

Cari Saluti.

Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, Roma

www.latuapelle.org
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro Collega Laino, grazie e complimenti per il prezioso contributo. Saluti.
[#4] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro Collega Laino, grazie e complimenti per il prezioso contributo. Saluti.